Nuovi casi covid in Campania: i report dai quartieri di Napoli e dai Comuni

Coronavirus , il bollettino di oggi in Campania [Foto d'archivio]
Coronavirus , il bollettino di oggi in Campania [Foto d'archivio]

Tornano i contagi di rientro dall’estero, dopo un giorno di mancati casi a questa voce, nelle rilevazioni dell’Asl Napoli 1 Centro mentre non si registrano, per la prima volta da diverse settimane, casi di positività al Covid di persone rientrate dalla Sardegna che pure aveva fatto segnare numeri importanti per parecchio tempo. Nello specifico, sono 34 i viaggiatori di ritorno in Campania dall’Estero segnalatasi alla mail apposita dell’Azienda Sanitaria Locale. Gli altri 27 si riferiscono persone positive al Coronavirus per le quali sono in corso approfondimenti per risalire all’origine del contagio. Resta inalterato il numero dei ricoverati in reparto al Covid Center dell’Ospedale del Mare e al Loreto Mare, rispettivamente 24 e 27.

I dati dei contagi sul territorio di competenza Asl Napoli 1 Centro

Secondo quanto rilevato dal Dipartimento di Prevenzione diretto dalla dottoressa Rosanna Ortolani al 7 settembre, l’età media dei deceduti da Coronavirus sul territorio di Napoli è di 74 anni e quella media dei casi è di 44 anni.

Nel range d’età che va dai 70 ai 79 anni la percentuale dei deceduti è del 33,33% con una letalità del 32,89%. A seguire, la fascia d’età 80-89 anni con il 24,49% di persone decedute e un tasso di letalità del 45,57% e la fascia d’età 50-59 con un 11,56% di persone decedute e 6,83% di letalità.La percentuale maschile dei contagiati, in generale, è del 56%, 44% quella femminile. Nel periodo invece che va dal 1 agosto al 7 settembre, quindi una fascia temporale più ampia, l’età media dei deceduti scende a 69 anni come così quella dei contagiati, che sia attesta mediamente sui 34 anni. Nella fascia d’età che va dai 70 ai 79 anni il tasso di deceduti è del 50% con letalità del 5,6%.

Nelle fasce d’età 50-59, 60-69 anni, la percentuale dei morti è del 25% con un tasso di letalità rispettivamente del 3,45% e del 5,56%. La percentuale maschile dei contagiati, in generale, è del 55%, 45% quella femminile. In relazione alla divisione quartieri al 7 settembre, con riferimento all’incidenza cumulativa ogni 10.000 abitanti, a Posillipo e a Chiaia c’è la maggiore incidenza di casi nella fascia d’età 59-71 anni mentre a Chiaiano, Arenella, San Carlo all’Arena, Arenella, Vomero, Vicaria e Pendino c’è una maggiore incidenza di casi nella fascia d’età 21-59 anni. A Soccavo, Fuorigrotta, Bagnoli, Avvocata, San Giuseppe, Montecalvario, San Lorenzo, Porto, San Ferdinando, Miano e Secondigliano maggiore incidenza fascia d’età 14-21 anni. A Ponticelli, Barra, San Giovanni, Pianura, Piscinola, Scampia maggiore incidenza fascia d’età 4-14.

A San Pietro a Patierno maggiore incidenza casi 0-4 anni. Ad oggi 7 settembre, per il territorio di competenza dell’Asl Napoli 1 Centro, in totale i positivi al Coronavirus sono 2089, di cui 498 asintomatici e 990 in isolamento domiciliare. I guariti 898 e i deceduti 147, 57 le persone ricoverate di cui 2 terapia intensiva e 1607 soggetti in sorveglianza sanitaria.

I positivi dell’ultimo bollettino nella provincia di Napoli

Nel bollettino odierno per la provincia di Napoli si ha contezza di positività in questa città: Sant’Antonio Abate (1); San Giuseppe Vesuviano (1); Marano (3); Casoria (2); Marigliano (1); Volla (1); Melito (1): Mugnano (2); Giugliano (4); Frattamaggiore (1); Bacoli (1); Portici (1); Anacapri (1); Pollena Trocchia (1); Acerra (1); Afragola (1); Torre del Greco (3); Pozzuoli (4); Ercolano (1); Crispano (1); Villaricca (2); Arzano (2); Striano (1); Quarto (3); San Giorgio a Cremano (5); Casavatore (1); Casalnuovo (1); Barano d’Ischia (1); Caivano (1); Sant’Antimo (1); Grumo Nevano (1); Sant’Anastasia (1); Capri (2); Cimitile (2); Somma Vesuviana (1); Nola (6); Meta di Sorrento (3); Ischia (1); Lacco Ameno (1).

I casi nelle altre province campane

Nel casertano si registrano casi in questi territori: Caserta città (3); Teverola (1); Lusciano (2); Santa Maria Capua Vetere (1); San Felice a Cancello (1); Santa Maria a Vico (1); Castel Volturno (2); San Prisco (1); San Marco Evangelista (1); Conca della Campania (1); Villa di Briano (1); Pontelatone (2); Casagiove (1); Capodrise (1); Portico di Caserta (1); Marcianise (1); Cesa (1); Gricignano d’Aversa (1); San Cipriano d’Aversa (3); Trentola Ducenta (1); Casal di Principe (2). Nel salernitano: Vallo della Lucania (1); Salerno città (7); Capaccio Paestum (1); Albanella (1); Nocera Superiore (1); Battipaglia (1); Caselle in Pittari (1); Corleto Monforte (1). Nell’avellinese: Flumeri (1); Mercogliano (1); Pratola Serra (1); Montemarano (1); Monteforte Irpino (1); Avellino città (3). Il restante dei casi riguarda cittadini residenti fuori regione e di cui non è stata specificata la provenienza.