Dai carabinieri con il lobo dell'orecchio di Elisa, Fabrizio l'ha uccisa mentre prendeva il sole
Dai carabinieri con il lobo dell'orecchio di Elisa, Fabrizio l'ha uccisa mentre prendeva il sole

Uccisa sul Piave, dalle indagini emergono particolari choc sul killer. Fabrizio Biscaro, l’uomo che due giorni fa ha ucciso la 35enne Elisa Campeol che stava prendendo il sole sul greto del Piave, quando si è presentato ai Carabinieri per costituirsi aveva con sé, oltre al coltello insanguinato, anche il lobo di un orecchio staccato alla stessa Elisa. Un particolare macabro, riportato dalla Tribuna di Treviso e confermato all’ANSA.

Fabrizio Biscaro: chi è l’uomo accusato dell’omicidio di Elisa Campeol

Il killer l’ha sorpresa mentre stava prendendo il sole in riva al fiume Piave, sbucando all’improvviso dalla boscaglia circostante. Le ha inferto una ventina di coltellate. Poi, poco dopo le 13, Fabrizio Biscaro, operaio di Col San Martino che lavorava in un’azienda della zona, si è presentato alla stazione dei carabinieri di Valdobbiadene con le mani ancora insanguinate e il coltello nascosto in uno zainetto. L’uomo avrebbe consegnato ai carabinieri l’orecchio mozzato alla 35enne Elisa Campeol come prova per costituirsi nel pomeriggio di mercoledì 23 giugno. Un dettaglio macabro che rende ancora più inquietante la tragedia.

“Sentivo l’impulso a fare del male. Sono andato all’Isola del Morti, ho visto quella ragazza e l’ho uccisa. Non la conoscevo ma dovevo farlo”.

Fabrizio Biscaro ha risposto così venerdì mattina, alle domande del gip Marco Biagetti durante l’interrogatorio di convalida del fermo per l’omicidio volontario di Elisa Campeol, assassinata con oltre venti coltellate mercoledì a Moriago della Battaglia.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.