Scioglimento del consiglio comunale a Sant’Antimo, arriva il Commissario

Il Prefetto di Napoli, Carmela Pagano, a seguito delle dimissioni dalla carica di 13 consiglieri su 24 assegnati al Comune di Sant’Antimo, ha avviato la procedura di scioglimento di quel consiglio comunale.

Il Prefetto ha, nel contempo, sospeso il consiglio comunale e nominato Commissario prefettizio il viceprefetto Maura Nicolina Perrotta, incaricandolo della provvisoria amministrazione dell’Ente.

LE REAZIONI DEI CONSIGLIERI COMUNALI

“Lo scioglimento del Comune di Sant’Antimo è una buona notizia, frutto di un lavoro politico di opposizione attenta e rigorosa, ma soprattutto figlia della disamministrazione e della pervicacia di un sindaco che non ha esitato, sin dal suo insediamento, a piegare le istituzioni e la città al suo volere per conseguire i suoi personalissimi e familistici interessi politici”. Così il consigliere Corrado Chiariello, coordinatore dei consiglieri di opposizione di centrodestra del Comune di Sant’Antimo commenta la notizia dello scioglimento dell’amministrazione comunale santantimese.

“Non stapperemo bottiglie perché quando un comune viene sciolto c’è sempre poco da festeggiare: lavoreremo viceversa per costruire le migliori condizioni per riscattare una cittadina dalla storia, dalle tradizioni e dalle potenzialità straordinarie devastata da certa malapolitica” sottolinea Chiariello.

IL POST DI SANT’ANTIMO INFORMA

“Il Prefetto ha firmato, in attesa di ulteriori determinazioni, un decreto di sospensione del Consiglio. Nelle more, un Commissario sostituirà gli organi democratici fino a nuova decisione prefettizia”.