denise pipitone

“Aspettiamo i dati per la compatibilità del gruppo sanguigno, soltanto dopo si procederà ai rilievi del Dna di Olesya Rostova”. Lo dice l’avvocato Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio e Piero Pulizzi, genitori di Denise Pipitone, la bimba scomparsa da Mazara del Vallo il primo settembre del 2004.

L’appello in tv della giovane russa Olesya Rostova, in cerca della mamma, ha riacceso i riflettori sul caso di Denise Pipitone. “In queste ore siamo in contatto con i funzionari dell’Ambasciata italiana in Russia che hanno mostrato ampia disponibilità nel seguire il caso”, ha detto ancora l’avvocato Frazzitta.
La giovane russa ha la stessa età che avrebbe oggi la bimba scomparsa a Mazara del Vallo. Quando Denise fu rapita aveva 4 anni. Olesya, che ha una forte somiglianza con Piera Maggio, ha raccontato che aveva circa 5 anni quando è stata ritrovata, tolta a una nomade e collocata in un orfanotrofio.

Denise Pipitone, la rivelazione a Pomeriggio 5

Della vicenda se ne sta occupando anche Pomeriggio 5 che nella puntata di venerdì 2 aprile ha dato lo scoop sull’esito del test di comparazione del Dna di Olesya e di un famiglia russa. Ieri la notizia di una famiglia russa che ha detto che Olesya potrebbe essere la figlia, perché rapita alla stessa età della loro bambina. Fatta subito la comparazione del Dna e non è così. Quindi la partita rimane aperta“, ha detto Barbara D’Urso.

Rimaniamo “in attesa dei risultati, cautamente speranzosi”, così come ha dichiarato la stessa Piera Maggio, la quale però ha aggiunto: “Non condividiamo le modalità. Ringraziamo di cuore tutti coloro che in questo momento ci sono vicini. Comunque vada noi andremo sempre avanti”.

SE VUOI RESTARE SEMPRE AGGIORNATO VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.
fbclid=IwAR1H9S1tcPj_JzwSMMrmeI0Zp_kwkaJAYoB8D2PndyVGaWBPT4zkpSSCFSA” data-widget-id=”AR_2″>

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.