31 C
Napoli
martedì, Luglio 5, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Droga col paniere a Napoli, coppia arrestata dai carabinieri: c’è anche un ras del clan


Via Vera Lombardi, Ponticelli. Il civico è il 106, un enorme palazzone di cemento che abbraccia il quartiere, dal panorama mozzafiato. Ma non è il paesaggio ciò che hanno ammirato i Carabinieri della tenenza di Cercola. L’obiettivo era un balconcino al quinto piano, nella parte del complesso che affaccia su Viale Pacioli. Da lì, un paniere di plastica blu veniva calato fino al piano terra dove qualcuno depositava banconote e ne ritirava il contenuto. I militari hanno seguito il filo, facendo attenzione a non essere beccati. Perché ingresso e uscita nel cortile del complesso sono la stessa cosa, un unico vialetto stretto dove un cancello arrugginito e il vano contatori separano le abitazioni dal viale che porta alla villa comunale di Ponticelli.

Hanno evitato anche una telecamera installata abusivamente per monitorare il punto di scambio e sorpreso due persone a raccogliere droga dal paniere. Erano due clienti che avevano appena acquistato 3 dosi di marijuana. Non ci è voluto molto e i “Clienti” sono passati a 3 perché in manette è finito proprio Francesco Clienti, classe 76, già noto alle forze dell’ordine. Con lui anche una donna, Antonietta Uccella, 39 anni.

Nella loro abitazione – punto di partenza del canestro di plastica – altre 2 dosi di marijuana e 260 euro in contante, ritenuto provento illecito. Ad arricchire il bilancio del blitz anche una pistola a salve, due coltelli, un passamontagna, due paia di guanti e un proiettile calibro 9×21. Era tutto nascosto in un vano ricavato in un’area condominiale. Sotto sequestro anche la videocamera abusiva. Entrambi sono finiti in camera di sicurezza, arrestati per detenzione di droga a fini di spaccio.

Guerra di camorra a Ponticelli, bomba contro Tatà del clan De Martino ‘XX’

Nel maggio del 2021 Clienti fu vittima di un attentato. Prima però ci sarebbe stata una stesa, seguita, poi, dall’esplosione di un’auto in via Esopo nel rione Incis. Vettura che sarebbe esplosa a causa di una bomba, provocando danni ad altre 7. La nuvola di fumo bianco è stata visibile dal circondario, inoltre il boato è stato udito anche nei paesi limitrofi di Volla e Cercola. Nel mirino degli attentatori  Francesco Clienti, uomo del clan De Martino,  55enne detto Tatà che ha un passato nel clan Sarno.

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Carburanti a prezzi bassi, scoperta la frode da 500mila di euro a Napoli

Benzina venduta a basso prezzo a Napoli, scoperta la frode da 500mila di euro.  Il Comando Provinciale della Guardia...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria