Elezioni, nasce la lista ‘Giugliano al Centro’: promossa dall’ex assessore Vincenzo Mauriello a sostegno del centrodestra

Il dott. Vincenzo Mauriello, promotore della lista Giugliano al Centro
Il dott. Vincenzo Mauriello, promotore della lista Giugliano al Centro
Si chiama “Giugliano al centro” la nuova lista a sostegno della figura di Giuseppe Pietro Maisto. Si tratta di un movimento nato 3 anni fa e il cui dominus è Vincenzo Mauriello, ex assessore alle Politiche sociali della giunta Poziello, poi fatto fuori. Da quel momento, Mauriello ha lavorato alacremente per creare questo movimento di  uomini e donne della società civile che si caratterizza per la sua operatività e sintesi. Formato da professionisti e da cittadini di ogni estrazione sociale, caratterizzata da un unico spirito quale contribuire con le proprie esperienze alla nascita di una città Produttiva, Solidale  e Vivibile.
“Un movimento basato su principi quali la Condivisione, la competenza, il dialogo, l’esperienza, l’entusiasmo, la Passione, la Professionalità, la Responsabilità e l’ Umiltà . 
Il movimento è espressione della società civile, attivo già da diversi anni in diversi campi da quello  agricolo, produttivo, sociale e turistico“, dichiara Mauriello.
“Si fa portavoce del mondo Imprenditoriale e Sociale, del profit e del non profit, si impegnerà per creare le condizioni per attrarre investimenti privati e pubblici, affinché Giugliano esca dalla palude. Ci confronteremo per un rilancio e una valorizzazione del nostro Territorio. Tra i temi che nei primi 100 giorni chiederemo di approvare in consiglio comunale, che riteniamo sia l’espressione della democrazia e della sintesi di ogni proposta politica, sarà la manifestazione d’ interesse per lo sviluppo turistico della zona mare e progetti di quartiere per il centro,coinvolgendo i privati”. 
“Proporremmo che in ogni servizio pubblico, ci sia l’inserimento della clausola sociale in modo che siano gli stessi giuglianesi a lavorare nei servizi dell’ente dati a terzi oppure nelle strutture che risiedono sul nostro territorio.  Inoltre Voucher per asili nido del nostro territorio, abolendo il monopolio, permettendo alle strutture autorizzate di lavorare tutte. Incentivare i privati a investire sul territorio con dei propri capitali, realizzando centri multinazionali: centri per la famiglia , centri polifunzionali per minori, sportello al cittadino, servizi di segretariato sociale per le famiglie disagiate e centri per ragazzi e ragazze con l’inclusione sociale tra ragazzi diversamente abili e non. Riattivare il Servizio del Portierato Sociale, saranno i nostri cittadini e i nostri ragazzi a vigilare negli spazi verdi e nelle piazze, accrescendo e sviluppando il senso di appartenenza e responsabilità per il bene comune”.
“Promuovere attività solidali, in particolare di Rete, affidare le strutture comunali alle Associazioni del Territorio, come il complesso sportivo di casacelle ex Antares, e non a cooperative che provengono da fuori città.Stessa cosa per le spiagge libere e le strutture comunali abbandonate. 
Promuovere le assunzioni di professionisti quali:Assistenti Sociali, Sociologi, Educatori Professionali, Psicologi, Amministrativi, Avvocati e Commercialisti, con i finanziamenti dell’ ambito. Rilancio del comparto agricolo, con la realizzazione di un centro di formazione di mestieri e commercializzazione dei prodotti del nostro territorio. Favorire project Financing per la zona Mare, sia delle strutture balneari ma anche di nuovi parcheggi .  
Realizzare nei beni sequestrati campus universitario, ospedale di continuità’, strutture dopo di Noi. 
Inoltre proporremmo con determinazione che i “guardiani” del nostro ambiente contro i roghi tossici siano gli agricoltori insieme alle forze dell’ordine e alle associazioni del territorio. 
Abbiamo regalato per anni il nostro territorio ad altri, senza alcun vantaggio per il nostro territorio, i nostri figli e famiglie. Ospitiamo diversi impianti di rifiuti, ma non beneficiamo di alcun vantaggio pagando tasse più alte rispetto ad altri comuni. Promuoveremo in consiglio comunale di approvare un documento per promuovere un risarcimento danni contro la regione e lo stato, in tema ambientale. Saremo al fianco di tutti coloro e noi stessi promuoveremo uno sviluppo green per il nostro territorio. 
Abbiamo imparato dall’esperienza amministrativa precedente che si può essere operativi e prevenire l ‘emergenze se si vuole. 
In questa città tutto si può fare se si vuole condividere con tutti gli attori”.