28.1 C
Napoli
venerdì, Agosto 19, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Follia ad Ischia, famiglia stufa di attendere il turno del vaccino aggredisce i volontari


Caos e violenza nell’hub vaccinale di Ischia, una famiglia di 4 persone denunciata dai carabinieri con l’accusa di aver aggredito i volontari della Protezione civile.

La ricostruzione dei fatti avvenuti ad Ischia

L’episodio risale allo scorso 30 ottobre . Da quanto accertato dai militari una famiglia di Forio era normalmente in fila nel palazzetto dello sport dell’isola napoletana, in attesa della somministrazione del vaccino. Ad un certo punto, però, i quattro rompono la calma. Dalla ricostruzione dei militari pare, infatti, che l’uomo, la donna e i due figli iniziarono a spazientirsi per la lunga fila e per la carenza di dosi, lamentandosi per l’attesa.

A quanto pare, quel giorno al palazzetto dello sport “Federica Taglialatela”, il personale sanitario si vide costretto a vaccinare prima gli over 70 e over 80.  Le dosi di vaccino, erano infatti carenti.

Carenza di dosi e attese

Questa prassi, utilizzata dalla maggior parte degli hub vaccinali, aumenta di poco i tempi d’attesa dei più “giovani”, per permettere alle fasce più deboli una somministrazione sicura, e soprattutto di evitare lunghe file.

Sarebbero stati proprio questi i motivi dell’agitazione della famiglia di Ischia, che inizia, a quel punto, a lamentarsi e a creare caos.

Ma, all’improvviso, la situazione peggiora quando a seguito del rifiuto di una richiesta posta allo staff, i quattro danno il via ad una vera e propria aggressione.

L’aggressione 

La famiglia, stufa di attendere, chiede la precedenza per almeno uno di loro. Il componente in questione, a detta loro, apparteneva alla fascia dei più deboli. La richiesta però sarebbe stata respinta, e da qui la famiglia perde il controllo.

Dopo il rifiuto, infatti, i genitori seguiti dai due figli, avrebbero iniziato l’aggressione a due volontari della protezione civile della Regione Campania, colpiti da calci e pugni.

Lo spiacevole episodio ha avuto risonanza in tutto l’hub vaccinale. Infatti, a causa del caos generatosi, la somministrazione vaccinale è stata sospesa per circa 30 minuti. Nel frattempo la famiglia era scappata. Il comandante dei Carabinieri di Ischia è però riuscito a risalire all’identità dei quattro, che dovranno ora rispondere di vari reati: minaccia e violenza ad incaricato pubblico servizio.

 

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Il mare di Napoli invaso da topi e liquami, giorno ‘nero’ per i bagnanti

Chiazze di liquami fognari e topi morti sono spuntati nel mare di Nisida determinando un terribile spettacolo per gli...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria