Morto dopo caduta dalla carrozzina. Funerali Niccolò, il sacerdote «Ci hai tolto le parole»

Una gran folla ha atteso l’arrivo del feretro alla Santissima Annunziata. Alle 14,30 si sono, infatti, tenuti i funerali del giovane Niccolò, il 20enne diversamente abile morto dopo una caduta dalla carrozzella.

 

“Ci hai resi tutti più attivi e attenti”

“La tua presenza tra noi non è venuta meno, ma è ora definitivamente ancorata alla radice di ogni cosa per la vita eterna. Ci hai resi tutti più attivi e attenti dice il sacerdote nell’omelia – Ci hai dimostrato che la vita è vocazione. Il nostro silenzio è  di chi rimane stupito guardando la tua vita”.

 

 

Niccolò ucciso da una buca e dalla sorte

Costretto a vivere su una carrozzella pper una micidiale distrofia di Duchenne, la sorte ha continuato a tormentare Niccolò fino a condurlo alla morte. A Niccolò (20 anni) è stata fatale una buca in piazza Brunelleschi a Firenze per farlo crollare dalla carrozzina, urtando con violenza la testa contro il terreno.

 

Niccolò ha cercato di tranquillizzare i genitori

«Babbo, sono caduto per terra. Vieni a prendermi». Così ha avvisato casa di quanto era accaduto, cercando però di non far preoccupare mamma e papà. Era lucido quando ha chiamato casa, ma con il passare delle ore le sue condizioni sono peggiorate.

 

Le ultime parole del 20enne

In serata il suo cuore è impazzito e Niccolò ha capito che non avrebbe visto una nuova alba e ha sussurrato: «Mamma, sento che sto andando di là. Ma non vi preoccupate, io sono pronto».

Parole che riecheggeranno per sempre nelle teste dei genitori, che hanno dovuto dire addio apprezzato e voluto bene da tutti.

 

 

Niccolò ha cercato di tranquillizzare i genitori

«Babbo, sono caduto per terra. Vieni a prendermi». Così ha avvisato casa di quanto era accaduto, cercando però di non far preoccupare mamma e papà. Era lucido quando ha chiamato casa, ma con il passare delle ore le sue condizioni sono peggiorate.

 

Le ultime parole del 20enne

In serata il suo cuore è impazzito e Niccolò ha capito che non avrebbe visto una nuova alba e ha sussurrato: «Mamma, sento che sto andando di là. Ma non vi preoccupate, io sono pronto».

Parole che riecheggeranno per sempre nelle teste dei genitori, che hanno dovuto dire addio apprezzato e voluto bene da tutti. 

Domani i funerali

Una gran folla è, infatti, attesa per domani, quando alle ore 14,30 alla Santissima Annunziata sarà dato l’ultimo saluto allo sfortunatissimo Niccolò.