furto auto sant'antimo
A sinistra la foto diffusa dalla Questura

Gli agenti della polizia hanno arrestato A.F. di Sant’Antimo. Il 36enne è autore di furti seriali aggravati ai danni di autovetture in sosta nella città di Salerno. L’uomo arrestato questa notte è lo stesso autore di numerosi recenti furti, avvenuti sempre a Salerno, di parti di ricambio di autovetture in sosta in strada. Al momento stimati  9 episodi, di cui 4 solo nel mese di maggio.

Condotta accertata grazie al lavoro svolto dagli agenti attraverso la ricerca e consultazione delle immagini di videosorveglianza che inquadravano l’autore dei furti in azione, che ancora non era stato riconosciuto ed identificato, fino all’arresto di stanotte. Grazie ad una mirata attività di vigilanza.

Stanotte 04:20 una volante della questura di Salerno notavano l’ individuo, appiedato, che aveva tra le mani oggetti voluminosi, ed, a passo svelto, si allontanava in una traversa nei pressi di Piazza Montpellier.  L’uomo provava a far perdere le proprie tracce, salendo a bordo di un’autovettura parcheggiata nei pressi, ma è stato fermato dai poliziotti della Sezione Volanti.

DOVE COLPIVA IL LADRO D’AUTO

Gli agenti accertavano che l’uomo, identificato per A.F., classe 1985, di Sant’Antimo è anche l’autore di altri furti recentemente commessi in città. Colpite le autovetture parcheggiate in strada nei giorni precedenti.

L’identificazione è stata possibile grazie alla visione immediata dei sistemi di videosorveglianza, in cui è stato ripreso l’autore di alcuni furti, rimasto ancora ignoto e che invece gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale hanno riconosciuto come l’individuo bloccato nella notte.

Subito dopo gli agenti trovavano la refurtiva appena trafugata dal ladro. Erano sul marciapiede, pronti per essere caricati in auto. Il ladro aveva asportato dopo averli accuratamente smontati da un’autovettura in sosta, una coppia di fanali anteriori, appartenenti ad un’autovettura di tipo Mini-Suv.

SEQUESTRATI I ‘FERRI DEL MESTIERE’

Il 36enne trovato anche in possesso di utensili per commettere i furti dei componenti delle automobile. Si tratta di una chiave a cricchetto con prolunga a snodo e bussola esagonale, chiavi stellate ed altri attrezzi per poter asportare le parti di ricambio.

Gli agenti arrestavano, quindi,  il ladro. Inoltre a suo carico emergevano precedenti penali e di polizia per reati analoghi. L’uomo di Sant’Antimo è a disposizione dell’Autorità Giudiziaria che ne ordiva gli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.