green pass certificato smartphone
Foto di archivio

Il green pass non sarà un passaporto ma un certificato che si potrà avere dopo aver fatto la seconda vaccinazione o dopo un tampone. Nel secondo “costerà un po’ di più e sarà a scadenza” o se guariti dal Covid. “Verso metà giugno saremo pronti e dal 1 luglio partirà”. spiega il ministro per l’innovazione Vittorio Colao intervistato da Riccardo Luna e Maurizio Molinari su Italian Tech, la nuova testata del gruppo Gedi dedicata al digitale.

“Siamo contenti dei risultati della versione europea che abbiamo già testato – sottolinea Colao in merito al green pass- È un certificato, non un passaporto e forse non dovremo neppure scaricarlo ma arriverà una notifica e chi ha l’App Io l’avrà lì dentro”. Al momento sono 11 milioni che l’hanno scaricata e 20 milioni gli speed attivati.

“Occorre maggiore coordinamento in vista dell’entrata in vigore formale, dal primo luglio, del Certificato verde digitale (green pass ndr) per favorire una ripresa in sicurezza degli spostamenti dei cittadini europei”. Queste le parole del ministro Roberto Speranza intervenuto in videoconferenza, alla riunione di un gruppo di ministri della Salute e degli Affari europei dell’Ue.

GREEN PASS E LE REGOLE PER CHI PARTE DALL’ITALIA

In merito ai viaggi dall’Italia all’estero ogni paese decide le proprie regole. Spesso diverse anche all’interno dell’Unione europea.

Consentito l’ingresso in Spagna da tutti i Paesi europei ed appartenenti allo spazio Schengen, senza obbligo di quarantena. Vige l’obbligo di presentare un test molecolare negativo effettuato nelle 72 ore antecedenti l’ingresso. Non sono ammessi i test rapidi, nemmeno per le Canarie.

 Ai viaggiatori che arrivano nel Regno Unito vengono richiesti quattro adempimenti. Avere un test negativo effettuato 72 ore prima della partenza. Compilare un formulario on line (“travel locator form”) nei due giorni precedenti la partenza in cui va fornito indirizzo e numero di telefono. Effettuare una quarantena di 10 giorni , che si riduce a 5 se si arriva da un paese non inserito nella black list e si effettua un tampone a pagamento. Effettuare 2 test covid in occasione del secondo e dell’ottavo giorno di isolamento, da prenotare e pagare prima dell’ingresso nel paese al costo di 210 sterline

Le autorità della Francia sconsigliano fortemente gli ingressi da Paesi Ue. Tutti coloro che vogliono comunque andare nel paese, ad eccezione dei minori di 11 anni, devono esibire un test molecolare negativo effettuato nelle 72 ore precedenti e compilare un’autocertificazione.

Germania, Grecia, Usa e Tunisia

Chiunque entri in Germania deve mostrare prima dell’imbarco una documentazione che dimostri di essere vaccinato con entrambe le dosi o una se si è avuto il Covid. Oppure deve essere guarito o esser risultato negativo ad un tampone molecolare o antigenico effettuato nelle 48 ore precedenti. Tale obbligo non vale per i bambini sotto i 6 anni.

Al momento dell’ingresso in Grecia i passeggeri che risiedono nei Paesi Ue, nell’area Schengen, Regno Unito, Usa, Emirati Arabi Uniti, Serbia e Israele devono avere un test molecolare negativo (in inglese), effettuato nelle 72 ore precedenti all’arrivo. In alternativa devono possedere un certificato di vaccinazione. Per gli altri passeggeri continua a essere prevista la quarantena di 7 giorni. Chi arriva in Grecia può anche essere sottoposto ad un test a campione obbligatorio. Se l’esito è positivo dovrà effettuare una quarantena di 14 giorni in un covid hotel.

L’ingresso negli Usa è vietato ai viaggiatori che, nei 14 giorni precedenti, siano stati in un Paese dell’area Schengen (inclusa l’Italia), nel Regno Unito, Irlanda, Brasile, Sud Africa Cina o Iran

Le frontiere della Tunisia riapriranno il 27 giugno ed inoltre la normativa attuale non consente viaggi per motivi di turismo dall’Italia alla Tunisia. In ogni caso, tutti coloro che entrano nel paese devono avere un tampone molecolare negativo effettuato nelle 48 ore precedenti. Scaricare un’app dove registrarsi, sottoporsi alla quarantena di 7 giorni nei covid hotel ed effettuare un secondo tampone. Dalla quarantena in hotel sono escluse le persone già vaccinate e  i minori accompagnati da persone vaccinate e i passeggeri di voli turistici speciali organizzati dalle autorità locali.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.