incendio a teverola
Arpac ha avviato il monitoraggio per misurare le concentrazioni in atmosfera di diossine e furani nell’area interessata dall’incendio in zona Teverola-Carinaro

L’Arpac ha avviato il monitoraggio per misurare le concentrazioni in atmosfera di diossine e furani nell’area interessata dall’incendio nella zona di Teverola-Carinaro.

Gli aggiornamenti dell’Arpac

Una squadra di tecnici del Dipartimento di Caserta è intervenuta alle ore 16 circa della giornata di ieri, giovedì 16 settembre. Dopo un sopralluogo, i tecnici hanno posizionato un campionatore ad alto volume a circa 200 metri dall’azienda oggetto dell’incendio, un sito di produzione di componenti plastiche per automobili. Il campionatore è posizionato in direzione nord-est (direzione prevalente della nube e di maggior ricaduta al momento dell’intervento). I risultati del monitoraggio saranno diffusi non appena disponibili.

Al momento dell’intervento dei tecnici Arpac, la fase acuta dell’incendio è apparsa verosimilmente superata grazie alle operazioni di spegnimento in atto da parte dei Vigili del fuoco.

L’intervento dei Vigili del fuoco

Dopo ore di intenso lavoro è finalmente sotto controllo il mega incendio scoppiato ieri, 16 settembre, nella zona industriale Carinaro-Teverola. A bruciare è il capannone della New Technology and Service, il cui tetto è crollato provocando una nube nera, quasi certamente tossica.

Fondamentale l’intervento tempestivo dei vigili del fuoco, giunti con quattro squadre e due autobotti per circoscrivere le fiamme. Dopo aver delimitato il rogo, i pompieri, servendosi di un’autoscala, hanno iniziato a gettare schiuma dall’alto verso il centro del capannone, dove continua a bruciare il materiale plastico che compone le parti di ricambio per auto

L’Arpac sta valutando, se il caso lo richiederà, di posizionare un laboratorio mobile per integrare il monitoraggio della qualità dell’aria nel territorio interessato dall’incendio. Per completare il quadro dei dati disponibili, potranno essere utilizzati anche i risultati forniti dalle stazioni di monitoraggio stabilmente operative, tra cui quella di via San Lorenzo nel comune di Teverola.

Le dinamiche del disastro

Le indagini, effettuate dal nucleo di Polizia Giudiziaria del Comando dei Vigili di Caserta, sono attualmente in corso per chiarire le dinamiche dell’incendio.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.