Elezioni Amministrative a Mugnano. La Prof.ssa Antuono Teresa candidata al Consiglio con ‘+Campania in Europa’: “Maggiore attenzione alle periferie, sicurezza e viabilità”

Antuono Teresa
Antuono Teresa

“Riqualificare le strade con attraversamenti pedonali, dissuasori di velocità”, queste tra le varie proposte di Antuono Teresa, professoressa e imprenditrice candidata al consiglio comunale di Mugnano con la lista “+Campania in Europa” a sostegno del candidato a sindaco Luigi Sarnataro. Teresa Antuono è alla sua prima esperienza attiva in politica, ma è molto conosciuta in città per la sua attività sportiva, sul territorio da ormai un ventennio. Teresa è laureata in Scienze Motorie con il massimo dei voti e dirige la sua struttura nel settore dello sport dal 2002 sul Corso Italia di Mugnano. La Prof.ssa Antuono vuole mettere a disposizione della sua città natìa e dei suoi concittadini le sue competenze. “Voglio impegnarmi per la riqualificazione delle strade del territorio in generale e nel dettaglio anche della strada del Corso Italia, arteria principale della cittadina a Nord di Napoli; pulizia costante e puntuale della strada, potatura degli alberi, installazione di dissuasori di velocità, magari con un piano messo in essere per limitare il traffico. Inoltre bisogna potenziare il trasporto pubblico locale, rendendo la navetta comunale permanente ed efficiente, realizzare un palazzetto dello Sport, quest’ultimo punto a me particolarmente a cuore, occupandomi di sport sul territorio da circa 20 anni. Inoltre c’è bisogno di più verde pubblico e zona a traffico limitato domenicali per consentire sport di strada ai bambini anche di fasce più deboli. Ho scelto di appoggiare il sindaco Sarnataro perché i punti che ho elencato precedentemente e che mi stanno particolarmente a cuore, fanno parte del suo programma”. Infine l’appello della professoressa è per un voto consapevole, che vada oltre le logiche familistiche: “A Mugnano c’è bisogno di competenza, correttezza, praticità, coerenza e onestà, tutte doti che mi rappresentano; ogni quartiere del paese ha bisogno di un rappresentante scelto dai cittadini che dia voce ad essi e che metta in relazione le istituzioni locali con i cittadini stessi”.