Arrestato Massimo Bochicchio, il 're' delle truffe ai Vip: ha fatto sparire mezzo miliardo di euro
Arrestato Massimo Bochicchio, il 're' delle truffe ai Vip: ha fatto sparire mezzo miliardo di euro

È finito in manette Massimo Bochicchio, il broker che ha truffato i vip dello sport. Il finanziere, che era da mesi in fuga, è stato fermato ieri a Giacarta, in Indonesia. L’uomo – che tra i suoi ‘clienti’ aveva allenatori come Antonio Conte e Marcello Lippi, oltre a giocatori come Stephan El Shaarawy e Patrice Evra, ha fatto sparire almeno mezzo miliardo di euro. Ma giocatori e allenatori non sono gli unici truffati, perché insieme a loro si aggiungono alla lista decine di imprenditori e professionisti tra Roma e Montecarlo. A riportare la notizia è L’Espresso. Massimo Bochicchio era ricercato dalla giustizia italiana, ma anche da quella britannica, per una colossale truffa ai danni di decine di investitori.

La fuga di Massimo Bochicchio

Nella scorsa estate il finanziere si è invece rifugiato a Dubau. Poi, qualche settimana fa, l’hanno avvistato nell’Estremo Oriente, tra Hong Kong e Singapore. L’Interpol ieri lo ha invece fermato nella capitale dell’Indonesia, la sua tappa finale. Erano mesi che la Guardia di Finanza, tramite il pool di polizia giudiziaria della procura di Milano, indagava sugli affari dell’uomo. All’appello, intanto, manca almeno mezzo miliardo dieri, anche se i soldi spariti potrebbero essere ancora di più, intorno ai 600-700 milioni di euro. Si tratta di una somma molto ingente, che nel corso degli anni era stata incautamente affidata in gestione al finanziere da un gran numero di danarosi clienti attratti dalla promessa di rendimenti a doppia cifra.

Chi sono i vip truffati

Tra i personaggi di rilievo che sono stati truffati c’è il nome di Antonio Conte, che avrebbe perso almeno 30 milioni di euro. Presente anche Federico Pastorello, uno dei procuratori più ricchi e attivi del calciomercato internazionale. C’è l’ambasciatore italiano a Londra, Raffaele Trombetta, i due calciatori Stephan El Sharaawi e Patrice Evra. Insieme agli ulitmi due il loro procuratore Luca Bascherini (legato a Pastorello). Nella lista spunta inoltre l’imprenditore Rodolfo Errani, ex patron della Cisa di Faenza.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.