Salvini contro tutti a Napoli, attacca De Luca e silura Berlusconi e Mastella

L'ex ministro degli Interni ci è andato giù pesante

Come al solito non le ha mandate a dire Matteo Salvini. Questa mattina a Napoli l’ex ministro degli Interni nel corso della conferenza di presentazione dei neo leghisti Severino Nappi e Giampiero Zinzi, ha usato parole dure nei confronti di Clemente Mastella, ma anche del primo dei suoi alleati, Silvio Berlusconi.

L’ex Ministro degli Interni su Berlusconi: «Ormai parla come Renzi»

“L’ho sentito dire sì al Mes. Usare la lingua di Prodi e di Renzi da liberale e moderato mi lascia dei dubbi – ha riferito il leader della Lega – La Lega dice che prima il governo va a casa e meglio è, spero che nessuno del centrodestra sia disponibile a sostenere altre robe strane”.

La replica di Forza Italia Campania: «Unità coalizione imprescindibile ma esigiamo rispetto»

Non si è fatta attendere la reazione di Forza Italia, che per bocca del coordinatore regionale Domenico De Siano ha replicato per le rime all’alleato. “Fatichiamo sempre di più a comprendere le uscite di Salvini sul Presidente Berlusconi e Forza Italia. In un momento di crisi sanitaria ed economica senza precedenti, anziché prendere ad esempio le efficaci ricette liberiste e l’impegno a tutela di famiglie, professionisti, lavoratori e attività produttive, proposte da Berlusconi, Salvini si dedica alla mera propaganda – si legge nel comunicato diramato dal senatore De Siano – Le parole del nostro leader sull’Europa non sono “renzismo”, ma buon senso e pragmatismo. Il Presidente Berlusconi, da sempre, guarda alla difesa degli italiani, altri probabilmente guardano troppo ad ottenere like su facebook. Per noi l’unità della coalizione è imprescindibile, ma rivendichiamo rispetto reciproco e respingiamo ogni tentativo di prevaricazione, a livello territoriale come a livello nazionale”.

Salvini attacca De Luca in conferenza a Napoli: «Gli lascio volentieri De Mita, Mastella e Pomicino»

E’ con Clemente Mastella però che da Napoli Salvini ci è andato giù pesante. Dopo l’ufficializzazione dell’ex Guardasigilli di sostenere il governatore uscente Vincenzo De Luca alle prossime elezioni, il segretario della Lega non ha usato mezzi termini per colpire entrambi.

«Se il modello De Luca è quello dei fantastici 4 De Luca, De Mita, Mastella e Pomicino, questi qui glieli lascio volentieri. I napoletani e i campani devono avere un’alternativa». Ha chiosato Salvini nelle battute finali della conferenza stampa.

Mastella: «Se Salvini è il Messia in Campania, preferisco altra religione»

Pronta la replica di Clemente Mastella, che come non le ha mandate a dire.
“Salvini sembra avere un’ossessione nei miei confronti e di quanti hanno cultura e stile democristiano. L’ho conosciuto quando ero al Parlamento europeo e non lo consideravo un’aquila – ha dichiarato il sindaco di Benevento – Non ho cambiato opinione. Quanto al fatto che sia lui l’alternativa in Campania, uno che ci detestava, che ci mandava a quel paese, uno che, non fidandosi dei meridionali, ha commissariato il suo partito con gente solo del Nord; beh che sia lui il Messia per la Campania, preferisco altra religione politica”.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK