Napoli. Maya travolta dalla Smart, autista accusato di omicidio colposo

Maya Gargiulo, la 15enne investita stanotte a Napoli
Maya Gargiulo, la 15enne investita stanotte a Napoli

Maya Gargiulo travolta dalla Smart a Piazza Carlo III, autista accusato di omicidio colposo. La 15enne è stata investita, insieme all’amica 14enne, mentre attraversava la strada. Le due ragazzine sono state travolte da un 21enne alla guida di una Smart ForFour. La 14enne è attualmente ricoverata al Cardarelli di Napoli, dove ha una prognosi di 30 giorni per varie fratture.

INDAGINI SULLA MORTE DI MAYA

Sono in corso indagini da parte del personale della Unità Operativa Infortunistica Stradale della Polizia Locale. Gli agenti accerteranno la accertare la dinamica dell’incidente nel quale è morta Maya, anche mediante l’acquisizione dei  filmati delle telecamere presenti in zona.

Il conducente, che si è fermato sul posto, è stato sottoposto ai test  tossicologici i cui esiti si avranno nei prossimi giorni. Al 21enne sono stati contestati verbali che hanno  determinato il ritiro immediato della patente oltre al deferimento all’Autorità Giudiziaria con l’accusa di omicidio  stradale. Il veicolo è stato sottoposto a  sequestro e la salma posta a disposizione dell’Autorità giudiziaria per gli accertamenti medico-legali.

LE PASSIONI DI MAYA

Maya aveva una forte passione per il calcio. Per questo si distingueva dalle amiche, con le quali aveva festeggiato il suo ultimo compleanno il 28 maggio. Sul suo profilo Facebook non è difficile capire il suo amore per lo sport, specie per il calcio.

«Non portarmi a ballare ma portami vedere una tua partita e dedicarmi un goal». Questa è una delle dediche presenti sulla bacheca della 15enne, che mostrava vero amore per il pallone. Non a caso, sul suo profilo spuntano anche foto e video mentre la ragazza palleggiava. Intanto, sui social, sono già arrivati tantissimi messaggi di cordoglio per ricordare Maya.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.