[Video] Cane preso a bastonate e ridotto in fin di vita a Melito, 73enne rischia il linciaggio: denunciato

Ha massacrato a colpi di bastone un cane tra lo stupore e la rabbia dei passanti. C. S. un 73enne di Melito è stato denunciato ieri sera per maltrattamenti sugli animali dai carabinieri della locale tenenza intervenuti dopo le segnalazioni dei cittadini tra via Carlo Alberto dalla Chiesa e corso Europa, dove si è verificata la violenta aggressione. Il cane, chiamato da tutti Pocho, conosciuto, accudito e sfamato dai commercianti della zona, è stato trasportato presso l’asl veterinaria di Marano dove gli è stato riscontrato un trauma cranico e lesioni al bacino e alla colonna vertebrale. Le sue condizioni sono gravissime e, secondo quanto si apprende, è arrivato in stato di coma presso la struttura sanitaria.

L’uomo, filmato dai passanti mentre trascinava in giro il corpo esanime del piccolo meticcio, ha rischiato il linciaggio della folla prima di lasciare “Pocho” in una pozza di sangue ed esanime e rifugiarsi frettolosamente in casa. Raggiunto dai carabinieri, il 73enne si sarebbe giustificato affermando di essere stato aggredito dal cane e di essersi difeso, ma per lui è scattata la denuncia per maltrattamenti.

L’assessore Carmen Grazioso ha dichiarato “Appena appresa la notizia mi sono recata dai carabinieri, che ringrazio per il tempestivo intervento, ogni minuto è stato vitale per Pocho, e ho chiamato L’ASL, per accertarmi sulle condizioni del cane, sono indignata per l’accaduto, si tratta di un caso isolato, tuttavia si continuerà a sensibilizzare quella parte di popolazione poco incline al rispetto degli animali”.