24.8 C
Napoli
lunedì, Maggio 23, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Si è spento Camillo Milli, addio all’indimenticabile “presidente della Longobarda”


È morto all’età di 92 anni Camillo Milli, il celebre presidente della Longobarda ne L’allenatore nel pallone. L’attore, malato da tempo, si è spento a Genova a pochi giorni di distanza dalla moglie. A darne l’annuncio è stata la famiglia.

“Canà, indovini chi le ho preso?!”

Indimenticabile lo sketch di quando, durante il calciomercato, fa credere ad Oronzo Canà (Lino Banfi) di essere vicini all’acquisto di Maradona. “Sono riuscito ad avere i tre quarti di Gentile e i sette ottavi di Collovati, più la metà di Mike Bongiorno. In conclusione, noi abbiamo ottenuto la comproprietà di Maradona in cambio di Falchetti e Mengoni”, una delle frasi che maggiormente lo hanno reso celebre quando vestiva i panni del commendator Borlotti.

La carriera di Camillo Milli

Nato a Milano nel 1929, Camillo Milli niziò la sua lunghissima carriera a teatro sotto la direzione di Giorgio Strehler. Debuttò al Piccolo teatro di Milano nel 1951, rimanendo attivo nei due anni successivi. Ha ricoperto spesso ruoli di prelati, come ne Il marchese del Grillo di Monicelli o In Nome del Papa Re di Luigi Magni. Ha lavorato con Lino Banfi e Paolo Villaggio. Era noto anche al pubblico televisivo per aver recitato in fiction come CentroVetrine e Un Medico in famiglia 9.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alberto Raucci
Alberto Raucci, 27 anni. Dal 2018 collaboro con InterNapoli.it, diventando giornalista pubblicista (e conseguendo quindi il tesserino) nel 2020. Nel corso degli anni ho avuto modo di scrivere anche per AbbìAbbè, giornale online e mensile in carta stampata. Abile nella produzione e nel montaggio video.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

“Promessa mantenuta!”, Priscilla Salerno festeggia la salvezza della Salernitana con uno spogliarello hot in strada

"Forza Granata ragazzi": lo ha detto la pornostar Priscilla Salerno che, come promesso, intorno alla mezzanotte ha offerto il suo "regalino"...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria