Mozzarelle e pomodorini del “piennolo” falsi: sequestro da 100 mila euro

I carabinieri del reparto per la Tutela Agroalimentare di Salerno hanno accertato diverse irregolarità amministrative riconducibili all’utilizzazione di denominazioni d’origine senza la debita autorizzazione dei consorzi di tutela. In particolare a San Giorgio a Cremano sono stati sequestrati di 4.869 chilogrammi di «Pomodorino del Piennolo del Vesuvio Dop» confezionati abusivamente e 9.139 chilogrammi di pomodorini gialli detenuti in locali non idonei e privi di autorizzazione. I militari, guidati dal colonnello Luigi Cortellessa e dal comandante Giorgio Borrelli, hanno riscontrato una grossa carenza sanitaria all’interno della struttura che ha reso necessario il sequestro del prodotto in quanto stoccato in un luogo non idoneo, il tutto per un valore complessivo di 100mila euro.

Ad Eboli, invece, sono stati sequestrati 70 chilogrammi di «Mozzarella di Bufala Campana Dop» e formaggi vari, oltre a 54 chilogrammi di mozzarella di latte di bufala confezionata in buste trasparenti anonime (formato non previsto dal disciplinare di produzione) e di 1.080 uova prive di rintracciabilità e delle prescritte cautele volte a separare le linee di produzione Dop da quelle non a denominazione