Mugnano. Proteste degli operatori ecologici: “Timbriamo il cartellino: siamo onesti”

operatori mugnano proteste lavoratori nettezza urbana timbriamo cartellino

In città infiamma la protesta degli operatori della nettezza urbana. Ieri il sindaco Luigi Sarnataro ha affermato che il mancato ritiro dei rifiuti è imputabile allo stato d’agitazione degli operatori della nettezza urbana, scaturito dall’introduzione del badge. Oggi i lavoratori hanno spiegato i loro disagi vissuti nell’isola ecologica.

“Non riesco a capire le dichiarazioni del sindaco Sarnataro. Noi abbiamo fatto degli incontri e lui conosce la condizione dei lavoratori tra carenze igienico-sanitarie e i mezzi che non sono conformi alla legge. I lavoratori sono pronti a svolgere il servizio ma vogliono solo essere garantiti nella loro integrità fisica e igienica. Quando queste condizioni saranno assicurate, gli operai torneranno al lavoro. Chiediamo scusa alla cittadinanza ma dobbiamo garantire i diritti dei lavoratori” ha affermato Francesco Napolitano segretario generale Filas.

Gli operatori ecologici hanno respinto le accuse del Primo Cittadino: “Siamo in stato di agitazione, in attesa di proclamare lo sciopero. Noi timbriamo il cartellino anche lavorando in assenza di requisiti igienici e di attrezzature adeguate. Il sindaco deve far rispettare il capitolato d’appalto. Siamo lavoratori onesti e stiamo protestando, affinché possiamo essere rispettati”.