26.5 C
Napoli
giovedì, Giugno 30, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Nuove norme su Dad, Super Green pass e vaccini obbligatori: oggi riunione decisiva nel Governo


Doppio incontro oggi per le nuove misure anti Omicron, tra le ipotesi l’estensione del Super pass e l’obbligo vaccinale ai fragili. Sono ore complicate queste per il Premier Draghi e per il suo governo, si sta cercando di stabilire nuove regole per frenare l’ondata Omicron. Ci sono alcune ipotesi sulle richieste che dovrebbero essere fatte e discusse negli incontri di oggi, e svariate posizioni sul da farsi. Le ipotesi più discusse e che stanno creando più crepe tra i partiti sono quelle sull’estensione del super green pass e sull’obbligo vaccinale.

Il Premier Draghi ha sempre dichiarato di voler prendere decisioni in base ai dati e quelli odierni non sono rassicuranti, le parole degli esperti non tranquillizzano Draghi. Indicano infatti le prossime settimane come quelle più ricche di contagi prima di raggiungere il plateau. Il Governo è quindi mosso da dati che non lo rasserenano e spinge per approvare nuove regole. 

La proposta del Pd a Draghi

Le posizioni dei partiti sul da farsi sono però diverse. Il Pd ha intenzione di riproporre l’obbligo vaccinale. Fonti del Nazareno infatti ci lasciano apprendere che questo “è l’unico modo, a nostro avviso, per fare chiarezza ed evitare di infilarsi in distinzioni di età o di funzioni che finiscono per essere portatrici più di equivoci che di soluzioni“. Precisano come per loro l’obbligo è l’unico approccio utilizzabile “come via maestra per affrontare il tema della crescita di contagi in corso“. I contagi salgono e Palazzo Chigi resta prudente sulla nuova ipotesi messa in tavolo dell’obbligo vaccinale ai soggetti fragili, affiancata dall’estensione del super pass per tutti i lavoratori.

Super Pass e obbligo vaccinale

Il super green pass crea ancora fazioni contrastanti tra le parti. Il M5s non è pienamente convinto, così come il Pd, si pone completamente contraria invece la Lega. L’obbligo vaccinale per le categorie fragili crea gli stessi meccanismi di contrasto. Per categorie fragili si intende ovviamente i soggetti più a rischio, come gli over 60. Un’alta percentuale in questa fascia d’età risulta ad oggi ancora non vaccinata. La Lega non sarebbe contraria, in questo caso, all’approvazione. L’ipotesi dell’obbligo pare essere nata dall’incontro, convocato in via straordinaria, della Conferenza delle Regioni. Dove i vari Presidenti, preoccupati per l’andamento della pandemia, hanno esplicitamente richiesto al Governo di intervenire al più presto per frenare i contagi.

Possiamo immaginare come non sia per niente facile però arrivare all’obbligo vaccinale in un paese che ha ancora un forte dissenso sui vaccini. Motivo per cui si parla di questa ipotesi cautamente.

Smart Workning e DAD

Creano divergenze anche i temi dello: ‘smart working‘ e della scuola, entrambi all’ordine del giorno negli incontri che si dovrebbero tenere oggi. Molti vorrebbero evitare di tornare allo smart working mentre il M5s si dice favorevole. Per quanto riguarda invece il tema “scuola”, Bianchi dopo aver parlato con Draghi e i sindacati ribadisce che quello che conta è stare in sicurezza ed in presenza. Ci sarà quindi una revisione sui contagi che potrebbe far scattare la DAD per la classe. Le Regioni, preoccupate, propongono l’istruzione a distanza ad un solo positivo, aumentano poi a due per le scuole primarie e secondarie a studenti con un’età inferiore ai 12 anni, e tre ai maggiori di 12 anni. Rimane quindi da capire come si risolveranno le posizioni divergenti sulle varie ipotesi da discutere.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Vergogna a Cercola, lega il cagnolino ad un palo e scappa via: incastrata dalle telecamere

A qualche giorno di distanza dell’episodio del cane legato ad un albero ed abbandonato a Chiaia, se ne registra...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria