Insulti contro Michele, il cugino lo difende: «Solo chi ha amato sa cosa soffriamo»

Il fratello di Paola Maria, Michele, insultato sui social [Immagine di repertorio]
Il fratello di Paola Maria, Michele, insultato sui social [Immagine di repertorio]

A Caivano tutti sono ancora scossi per quello che è successo a Paola Maria Gaglione, la ragazza uccisa dal fratello Michele perché non accettava la sua relazione con un ragazzo transgender, Ciro Migliore. Tutto è accaduto nella notte tra venerdì 11 e sabato 12 settembre, quando la vittima era uscita insieme al suo fidanzato sullo scooter. Improvvisamente, Michele Gaglione – che proprio non tollerava la scelta della sorella di frequentare Ciro – si scaglia e sperona il mezzo a due ruote.

I familiari senza pace sui social

Mentre la dinamica della vicenda è ancora in fase di ricostruzione, sui social – così come in giro per le strade di Napoli – non si parla d’altro. Vittime della gogna, inevitabilmente, sono i familiari di Paola Maria, che ieri hanno fornito la loro versione dei fatti spiegando che Michele non aveva intenzione di speronare lo scooter della sorella. Voleva solo parlarle per convincerla a ritornare a casa, si è trattato di un incidente“. 

Anche il cugino della vittima ha usato Facebook per esprimere il suo dolore e per provare a calmare l’ira di chi si sta scagliando contro Michele Gaglione. «Di fronte alla morte il silenzio sarebbe d’oro… Quando a sparire è una giovane vita lo sarebbe ancor di più ma è dura e la rabbia e il dolore anche di chi non partecipa spesso, troppo spesso, mette in moto un tam tam che non tiene rispetto né di chi ci ha lasciato né di chi resta a versare lacrime. Chi può sapere, chi sa e chi dovrà vagliare non può né deve essere la voce della strada… ogni tassello sarà ricomposto da chi deve ma lasciate che gli incolpevoli possano piangere una perdita senza doversi preoccupare della smania della gente di volersi sentire protagonista. Solo chi ha amato sa cosa soffriamo oggi».

Il post del cugino di Paola Maria e Michele Antonio Gaglione

Le parole non sono state prese bene dalle persone, che nei commenti hanno letteralmente ricoperto di offese il fratello di Paola Maria, che proprio nelle scorse ore ha visto convalidarsi l’arresto per omicidio preterintenzionale [Qui l’articolo].

I commenti sul post del cugino
Uno dei commenti sul post del cugino di Michele e Paola
Uno dei commenti sul post del cugino di Michele e Paola

Uno dei commenti sul post del cugino di Michele e Paola
Uno dei commenti sul post del cugino di Michele e Paola

Michele ricoperto di offese

Ci vuole poco ad accorgersi che oggi a Caivano, così come in tutta Italia, le persone siano stanche di morti futili come quelle di Paola Maria. Sono bastate poche ore, infatti, affinché centinaia e centinaia di persone invadessero il profilo social di Michele. Dal nulla la bacheca del giovane è stata condivisa ovunque, causandone l’inevitabile gogna social.

I commenti sulla foto di Michele Gaglione

Il Gip intanto ha convalidato la custodia in carcere per il fratello di Paola Maria. Adesso si dovrà fare maggiore chiarezza, invece, sulla dinamica dell’omicidio.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK