[Video]. Bimbo vittima di bullismo accolto come un eroe allo stadio: “Il più bel giorno della mia vita”

Il suo pianto straziante e quelle parole: ‘Mamma voglio morire’ erano arrivati al cuore di tutti. Per dire ‘no al bullismo’ e far tornare il sorriso al piccolo Quaden Bayles, un bambino australiano di 9 anni, la sua squadra del cuore gli ha fatto un regalo: è stato invitato a scendere in campo con i campioni.

Mano nella mano con i big della sua squadra del cuore di rugby. Vi avevamo già parlato di questo bambino bullizzato a scuola perché affetto da nanismo. La madre Yarrana Bayles aveva pubblicato un video straziante in cui Quaden piangeva urlando: “Voglio uccidermi, voglio morire proprio ora”.

Un video che ha fatto il giro del mondo e sbatte in faccia tutto ciò che il bullismo può causare in un bambino. Effetti devastanti, tant’è che Quaden ha già tentato il suicidio parecchie volte. Ma nessuno è rimasto indifferente a tanto dolore, sono migliaia di messaggi di supporto e conforto che sono arrivati alla madre, ma uno in particolare ha colpito nel segno, quello del team locale di rugby che pubblicamente ha chiesto a Quaden di scendere in campo con i giocatori per la prossima partita.

Così in questi giorni il bambino è stato protagonista allo stadio Robina del Queensland, camminando sul terreno di gioco con gli Indigenous All Stars e tenendo la palla in mano.

Il bambino dice di aver vissuto ‘il più bel giorno della sua vita’, ma noi ci auguriamo che ne viva tanti altri e che gli atti di bullismo non si verifichino più e Quaden possa tornare a vivere serenamente la sua infanzia.

Quaden Bayles visita el campo gracias a un equipo de rugby

#Viral | Recientemente surgió la duda sobre la credibilidad del pequeño Quaden Bayles y lo acusaban de estafador. ➡ Luego de investigar a fondo este caso y, encontrar videos en donde muestran a Quaden en el 2015 mencionando que el niño tiene 4 años de edad, se afirma que actualmente tiene 9 años. Por ello, un equipo de Rugby de la NRL cumplió uno de los sueños del niño.❤Leer más en: https://bit.ly/2wH0aGG#ElMexicano 📰 Diario parte de tu vida.

Publiée par El Mexicano sur Dimanche 23 février 2020