Qualiano verso il voto, centrodestra al bivio tra corsa solitaria e appoggio a De Leonardis

Appoggiare Raffaele De Leonardis o esprimere un proprio candidato il più possibile unitario? È il rebus al quale le forze politiche di centrodestra daranno risposta al massimo entro metà settimana per poi buttarsi a capofitto nella campagna elettorale in vista delle amministrative di maggio. Forza Italia, Noi con l’Italia, Fratelli d’Italia e probabilmente, ma non è ancora certo perché potrebbe anche correre in solitaria, Noi con Salvini stanno ragionando sul da farsi per prendere una decisione definitiva.

Una parte importante di queste compagini politiche, secondo i bene informati, vorrebbe appoggiare De Leonardis perchè giudicata figura di garanzia di una coalizione ampia che guarda al civismo senza disdegnare un eventuale accordo anche con il Pd, partito al quale l’ex presidente del consiglio comunale è iscritto. A quel punto Fi, Fdi e Noi con l’Italia, insieme a Qualiano Vive io La Difendo e alla civica De Leonardis sindaco, profonderebbero tutte le loro energie per far tirare la volata allo stesso De Leonardis e chiudere così ogni spiraglio di rielezione al primo cittadino uscente Ludovico De Luca.

Discorso a parte merita in questo momento Noi con Salvini. I simpatizzanti leghisti potrebbero giocarsi una partita propria, in realtà tutta in salita, attorno al nome dell’ex vicepresidente del consiglio comunale Antonio De Rosa che si è proposto già da tempo. Voci di corridoio sono però pronte a dire come alla fine anche la Lega salviniana rientrerebbe nel più ampio accordo con le altre compagini di centrodestra ricalcando così lo schema nazionale delle elezioni politiche del 4 marzo e spegnendo ogni velleità di De Rosa. Ma c’è anche l’altra ipotesi, riguardante l’indicazione di un candidato ex novo per il centrodestra. Qualche nome circola, anche se non ha ancora attecchito i più. Tra questi, il consigliere uscente Giulio Cacciapuoti e Domenico di Domenico. Non tenterà di riconquistare la poltrona più ambita della città, salvo ripensamenti, Salvatore Onofaro. In carica dal 2008 al 2013, l’ex sindaco molto probabilmente si candiderà come consigliere aspirando magari ad avere qualche ruolo importante in caso di elezione della compagine anche da lui sostenuta.

Al momento, ad essere ufficialmente candidati a sindaco sono la fascia tricolore Ludovico De Luca che può contare al momento sull’appoggio di Intesa Popolare del consigliere Salvatore Apostoli, della Obiettivo Futuro dell’ex assessore Francesco Odierno e della lista La Rinascita del vicesindaco Antonio Castaldo; Raffaele De Leonardis sostenuto dalla civica di sua diretta emanazione e di Qualiano Vive io la Difendo e il già vicepresidente del consiglio comunale Antonio De Rosa vicino a Noi con Salvini. Resta da capire dove approderà il Partito Democratico, diviso tra l’appoggio a De Leonardis e un (possibile) sostegno a Ludovico De Luca. Sicuramente in campo il Movimento 5 Stelle, con l’attivista Carmine Sgariglia in pole per essere il candidato portavoce dei pentastellati.

Va ricordato che il civico consesso di Piazza del Popolo è formato da 16 scranni in tutto più il sindaco. Per ciò che concerne il giorno delle consultazioni elettorali, si è ovviamente ancora in attesa del decreto del consiglio dei ministri. La data maggiormente indiziata è quella di domenica 27 maggio. In alternativa, quella precedente, ossia il 20 maggio.