Scoperto il tesoro del ‘re dei rifiuti’, un milione di euro sotterrato in Sicilia

La scoperto del tesoro del Re dei Rifiuti

Scoperto il tesoro del ‘re dei rifiuti’ siciliano, un milione di euro nascosto sotto terra. Ieri è stato arrestato dalla Guardia di Finanza di Catania Nino Leonardi su richiesta della Procura nell’operazione Mazzetta Sicura. L’inchiesta riguarda un “perdurante e sistematico illecito smaltimento dei rifiuti solidi urbani provenienti da oltre 200 comuni siciliani“. Le Fiamme Gialle hanno eseguito un’ordinanza di misure cautelari nei confronti di 9 persone: due in carcere, 3 agli arresti domiciliari e quattro obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria e di dimore.

CHI E’ IL RE DEI RIFIUTI

Arrestato Antonello ‘Nino Leonardi’, che è considerato il re dei rifiuti della Sicilia. Il 57enne è l’amministratore di fatto della Sicula Trasporti S.r.l. e della Gesac S.r.l. ed amministratore di diritto della Sicula Compost Srl. L’uomo è accusato accuse di associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di rifiuti, corruzione e frode nelle forniture.

GLI ALTRI ARRESTI

Nei guai è finito anche Filadelfo Amarindo dipendente della Sicula Trasporti S.r.l. per concorso esterno all’associazione mafiosa. Agli arresti domiciliari il 57enne Salvatore Leonardi e il fratello di Antonino, in qualità di socio della “Sicula Trasporti S.r.l.” e della “Gesac S.r.l “. Anche il 57enne Vincenzo Liuzzo, dirigente di unità operativa semplice della sede di Siracusa dell’Arpa Sicilia, che era addetto ai controlli e monitoraggi ambientali. Salvatore Pecora, di 63 anni, istruttore tecnico impiegato presso il Libero Consorzio Comunale di Siracusa, che era addetto al controllo sulla gestione dei rifiuti.

Sono stati sottoposti all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e di dimora il 36enne Pietro Francesco Nicotra,  il 52enne Francesco Zappalà. Destinatari delle misure cautelari dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e di dimora anche i fratelli Francesco e Nicola Guercio, di 49 e 59 anni. I due sono amministratori di diritto e di fatto della “Edile Sud S.R.L.”.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook

IL VIDEO DEL MILIONE DI EURO SOTTERRATO