riaperture
Decreto riaperture il 24 maggio

Il premier Draghi ha espresso in diretta tv che intenderà procedere con cautela in merito alle riaperture. Infatti, al momento, il Governo non sembra intenzionato ad allentare le restrizioni in vigore. In particolare il premier, che non intende cedere alle pressioni in merito alle riaperture anticipate o alla cancellazione del coprifuoco, chiede “Ancora un po’ di pazienza“. Il calendario delle riaperture sarà dunque rielaborato lunedì 17 maggio. Il nuovo decreto dovrebbe entrare in vigore dal 24 maggio. Vediamo i vari settori interessati.

Matrimoni e turismo

Per quanto riguarda i festeggiamenti, non sono ancora previste attenuazioni delle misure anti contagio. Il premier Draghi ricorda infatti, che quelle delle nozze per esempio “Sono una occasione di socialità che può favorire i contagi“. E’ dunque fondamentale “Avere pazienza per evitare che una occasione di gioia e spensieratezza si trasformi in un potenziale rischio per i partecipanti“. La data prevista per la ripartenza del settore wedding è il 15 giugno.

Per quanto riguarda invece il settore turistico, dichiara il Presidente del Consiglio: “Il nostro obiettivo è riaprire al più presto l’Italia al turismo“. Questo sarà possibile ampliando “La sperimentazione dei voli Covid-tested, che includa più linee, più rotte e più aeroporti“. Al turismo sono inoltre destinati 9 miliardi, che serviranno anche a sostenere la competitività delle imprese, ad aprire cento nuovi siti culturali e a costituire un digital hub del turismo.

Coprifuoco e riaperture dei centri commerciali nei weekend

Mario Draghi non intende fare un passo indietro sul coprifuoco, che sarà ancora in vigore fino alle 22. In linea con le scelte di Francia e Germania, il Premier non intende infatti cedere all’insistenza di alcuni leader di partito, come Renzi e Salvini. Le decisioni ufficiali sul calendario delle riaperture saranno prese lunedì 17 maggio, dove saranno date “Maggiori certezze“. Solo la prossima settimana saranno infatti stabilite le nuove date per riaperture di bar e ristoranti, per festeggiamenti e slittamento del coprifuoco di almeno un’ora.

Per quanto riguarda i negozi nei centri commerciali, si presume possano riaprire anche nei weekend solo a fine maggio. Il Consiglio dei ministri, convocato indicativamente per il 18 o il 19 maggio, delibererà un nuovo decreto con le riaperture anticipate, che potrebbe entrare in vigore lunedì 24 maggio.

Palestre e piscine

Dal primo giorno del mese di Giugno sarà consentito frequentare palestre e piscine al chiuso in zona gialla, così come le sale per la pratica di danza, yoga e pilates. Le piscine pubbliche e private all’aperto, invece, potranno riaprire già dal 15 maggio, naturalmente sempre e soltanto in zona gialla, dove sarà possibile anche far tornare il pubblico nelle competizioni sportive agonistiche disputate sotto l’egida del Coni e del Cip.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.