4.6 C
Napoli
martedì, Gennaio 25, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ritrovati i napoletani scomparsi? La verità della famiglia. Giallo sui poliziotti


Era circolata ieri sera la voce del presunto ritrovamento dei tre napoletani in Messico, ma la famiglia ci ha subito tenuto a ribadire che non è vero. “Smentite il ritrovamento dei nostri cari non abbiamo conferme …i poliziotti stanno parlando e le autorità messicane si stanno muovendo appena avremo qualche notizia vi faremo sapere” , ha scritto Gino Bergamè su Fb intervenendo anche in diretta live con un amico per fare chiarezza sulla vicenda.

Ieri tre agenti della polizia messicana sono stati arrestati in relazione alla scomparsa di Vincenzo Cimmino, Raffaele e Antonio Russo, i tre cittadini italiani, originari di Napoli, spariti dallo scorso 31 gennaio da Tecalitlán, Jalisco. Sono sospettati di aver consegnato gli italiani a un gruppo armato. Un quarto rappresentante delle forze dell’ordine è ricercato. La zona è considerata un feudo di una delle organizzazioni criminali più potenti del Messico.

 Nell’arco di 2 anni sarebbero scomparse infatti 27mila persone, come scrive il Mattino di Napoli. Tra esse anche dei nostri connazionali. E in più di una occasione ci sarebbe sullo sfondo la presenza di elementi della polizia locale. Anche il 28 gennaio scorso a Città del Messico – ricorda il giornale – due poliziotti erano stati arrestati per aver preso parte all’arresto e al pestaggio  di uno studente che partecipava a una manifestazione, Marco Antonio Sanchez. Il ragazzo fu ritrovato una settimana dopo mentre vagava in stato confusionale e con segni di percosse. La scomparsa dei tre napoletani quindi – nota il quotidiano – ha fatto tornare a galla il problema, per il Messico, del coinvolgimento dei poliziotti in casi di violenza, corruzione e malaffare.

Si infittisce il mistero dei tre napoletani in Messico: i poliziotti sono irreperibili
„Secondo la locale procura i tre avrebbero “consegnato” a una banda armata locale i tre napoletani fermati. La notizia è confermata da molti organi d’informazione messicani, come riporta Chi l’ha visto nella puntata odierna. Ma la notizia è che ora i poliziotti, i trentatre indagati in un primo momento, sono diventati irreperibili. Da Tecalitlan sono stati spostati a Guadalajara, ufficialmente “per un corso di formazione”, come dice il sindaco di Tecalitlan in una conferenza stampa mostrata da Chi l’ha visto”

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Giugliano. Bifaro nuovo coordinatore di Fratelli d’Italia: “Voglio un partito più presente sul territorio, da Pd-M5S solo fumo”

Cambio ai vertici di Fratelli d'Italia a Giugliano, è l'avvocato Emanuele Bifaro il nuovo coordinatore cittadino. Candidato alle ultime...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria