Sequestrata maxi-discarica a Ponticelli, beccati i colpevoli

Il personale della Polizia Locale di Napoli appartenente al reparto di Tutela Ambientale ha sottoposto a sequestro una nuova discarica realizzata questa volta sulla carreggiata con circa cinquanta metri di strada invasa di rifiuti.

A seguito dell’ingente abbandono di rifiuti speciali, consistenti in materiali di scarto di demolizione e principalmente centinaia di tappetini di guaina bituminosa, la via Cupa Tierzo, adiacente alla via Argine è stata chiusa al traffico perché invasa di questi rifiuti.

Gli agenti del reparto ambientale con il supporto degli operatori dell’Asia Napoli hanno repertato tra i rifiuti speciali alcune tracce utili a risalire alla loro provenienza e così si è scoperto essere collegati con un cantiere di un condominio sito in un comune del vesuviano che pochi giorni prima aveva fatto lavori di ristrutturazione.

I produttori del rifiuto sono stati quindi identificati per il seguito degli accertamenti delle dinamiche e delle specifiche responsabilità, per la gestione illecita dei rifiuti speciali e il loro abbandono indiscriminato sul territorio, azioni illecite punite dal codice dell’ambiente con una sanzione penale dall’Art. 256 ed il sequestro per la confisca dei mezzi utilizzati e l’obbligo di bonifica a spese dei responsabili ed una multa che va da duemila a ventiseimila euro.