Serie D. Il Giugliano fa sul serio, Sestile piazza i primi 3 colpi: I NOMI

L’FC Giugliano 1928 parte col botto nel mercato che vede la squadra di Salvatore Sestile tornare protagonista in Serie D e piazza i primi tre colpi dell’anno: Luiz Ribeiro, Gaetano Iannini e Genci Krivca.

Encomiabile il lavoro della dirigenza con Mango, Scuotto e Garofalo che strappano alla concorrenza tre gioielli del campionato.

 

Luiz Ribeiro, brasiliano con passaporto italiano, nativo di Nova Friburgo, classe 1994 è un esterno carioca atipico: niente fronzoli, niente dribbling a volte fini a se stessi ma una capacità tattica fenomenale.

Arrivato in Europa dalla fenomenale scuola del Flamengo tramite il Bellinzona, all’epoca in Serie B Svizzera, è stato anche nella Nazionale Brasiliana Under 15. Perfetto nel 4-3-3 come esterno sinistro che si accentra e tira col destro, o come ala destra dove cerca l’assist più che la conclusione personale, è molto bravo con entrambi i piedi ma la qualità che più spicca agli occhi degli osservatori è sicuramente la resistenza e la duttilità.

In Italia, dal 2015 con la Lumezzane in Lega Pro, ha giocato in ben 8 ruoli pur restando un’ala: esterno destro e sinistro del centrocampo a 5 o mezz’ala destra in un centrocampo a 3; ha giocato da trequartista nel 4-2-3-1 e da seconda punta nel 4-4-2 fino a disimpegnarsi come prima punta mobile. Tanta sostanza e qualità per il brasiliano.

 

Discorso simile lo si può fare per Gaetano Iannini, napoletano classe ‘83, ed una carriera che lo ha portato a giocare in tutta Italia tra la Serie D e la Serie C. L’esperienza più lunga a Matera, 4 anni in Basilicata dove ha superato le 100 presenze, si è imposto come uno dei beniamini del pubblico nell’epopea della Città dei Sassi tra la D e la C, arrivando a segnare addirittura 7 gol nel suo ultimo anno tra i professionisti. Iannini, regista di centrocampo dal gran piede, si è sempre distinto per il gran fiuto del gol infatti proprio in C vanta quasi una realizzazione ogni 4 partite. Quest’anno ha giocato da capitano alla Fidelis Andria raggiungendo il quarto posto in classifica segnando 3 gol ed aiutando i pugliesi a raggiungere i playoff.