Coronavirus. Silvio Berlusconi torna a casa: in isolamento fino a tampone negativo

Silvio Berlusconi torna a casa
Silvio Berlusconi torna a casa

Silvio Berlusconi sarà dimesso oggi, intorno alle 11.30, dal San Raffaele di Milano dove era ricoverato dalla notte di giovedì 3 settembre dopo essere risultato positivo al test Coronavirus. L’ex premier resterà in isolamento, secondo quanto apprende l’Ansa, probabilmente nella sua residenza di Arcore, fino a quando non avrà un secondo tampone negativo.

Silvio Berlusconi «ha dato grandi soddisfazione e credo abbia personalmente contribuito a dimostrare che, seguendo delle regole codificate e precise, riusciremo ad avere ragione del virus e riusciremo a rasserenare tutti, visto che c’è molta ansia e preoccupazione», aveva detto domenica sera Alberto Zangrillo, responsabile dell’Unità operativa di Terapia intensiva generale e cardiovascolare del San Raffaele e medico personale dell’ex premier, in collegamento con L’Aria che tira su La7.

Marina Berlusconi assieme alla sua famiglia si è isolata, in linea con le regole vigenti, nella propria abitazione milanese da quando, mercoledì scorso, il padre è risultato positivo. Non si sa se anche altri membri della sua famiglia, protetti dalla privacy, siano positivi. Secondo quanto ha appreso l’ANSA, però, anche le condizioni del marito e dei due figli, minorenni, sono buone.