25 C
Napoli
mercoledì, Maggio 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Gratis: la parola magica di internet, gli adolescenti i principali utenti della rete


La sintesi di un dossier diffuso in questi giorni evidenzia i principali aspetti di Internet che hanno condizionato la popolazione mondiale. Un’istantanea dei gusti e delle tendenze digitali del popolo dei naviganti, per capire dove ci sta portando la corrente.

GRATIS È BELLO! E’ la parola magica del Web. Qui tutto si può avere senza spendere un solo Euro. Ma cosa cercano esattamente di ottenere “gratis” gli internauti? State pensando al sesso, non è vero? Non vi sbagliate! Tra sesso virtuale, incontri, foto e video porno, tenetevi forte, “il gratis” in Rete, come mostra un nostro esperimento condotto nell’ultimo mese sui più diffusi PPC, copre circa il 45% delle ricerche di tutti gli internauti! Gettonatissimi anche SMS, suonerie ed MP3.

I SOFTWARE PIU’ SCARICATI nel corso di questo mese non ci sono state New Entry, ma soltanto rimescolamenti di posizione tra i primi dieci. KaZaA tiene duro in testa ed è di gran lunga il software più scaricato (condivisione e scambio file). Prepotente il balzo in classifica di ICQ Lite (dal quinto al secondo posto), meno importante ma significativo quello dell’antispyware Ad-Aware. Stabili, tra gli altri, Zone Alarm e WinZip.

INTERNET? MAI STATA MEGLIO! La Rete sta benissimo. Ce lo conferma una recente ricerca dell’agenzia francese I-Date. Sul nostro pianeta ci sono all’incirca 594 milioni di navigatori Internet, il 24,4% in più dello scorso anno. L’aumento più consistente si è registrato in Sud America (+75%) e nelle regioni “Asia/Pacifico” (+ 46,3%), quello più piccolo in zone già abbastanza “digitalizzate” quali il Nord America (+ 6,7%) e l’Europa Occidentale (+ 21,7%), Scandinavia inclusa. Nel grafico, in “Europa dell’Est” e “Africa/Medio Oriente”, sono incluse, rispettivamente, la Russia e il Sud Africa e la Turchia.

L’ETÀ GIUSTA PER IL PC Gli adolescenti la fanno da padrone con il computer (e quindi, presumibilmente, anche in Rete). Nella piccola fascia (dagli 11 ai 17), ci sono infatti più computer che in quella ben più grande, di quasi 40 anni, che va dai 25 ai 64 anni! E’ quanto è emerso dall’ultimo rapporto “E-family” di Federcomin-Anie che, tra l’altro, ha evidenziato nella Posta Elettronica il motore primo (36,2%) che spinge gli utenti a connettersi ad Internet.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Napoli. Niente sussidi al reddito a chi non manda i figli a scuola ed ai parcheggiatori abusivi

La revoca delle indennità percepite dai genitori i cui figli risultino inadempienti agli obblighi scolastici è la misura di...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria