Uccisa a 15 anni da un tumore. L’ultimo messaggio di Alana: «Mamma, racconta a tutti quello che è successo»

Ha chiesto a sua madre di raccontare a tutti la sua storia, in modo che in futuro altri suo coetanei non debbano più morire a causa di questa maledetta malattia. Alana aveva appena 15 anni e la sua vita è stata spezza da un tumore che in poco tempo l’ha portata via da sua madre e l’ha riavvicinata a suo padre. Il papà della 15enne. Paul Finlayson, era, infatti, venuto a mancare un anno fa sempre a causa di un male incurabile. Quando, poco dopo la figlia ha iniziato a soffrire di sintomi simili i medici hanno sottovalutato le sue condizioni.

Il tumore scoperto dai medici troppo tardi

A 3 settimane dalla morte del padre la famiglia di Alana, ha notato che qualcosa non andava nella 15enne. “Non so se ho mancato di notare i sintomi perché ero presa dalla malattia di Paul. Pensavo che il suo cambiamento fosse causato dal lutto, ha iniziato ad avere cambiamenti d’umore e odiare tutti“. Ha riferito la donna che in un anno ha perso marito e figlia. Alana lamentava dolori alle gambe, ma il pediatra le aveva detto che erano dolori della crescita, poi forti dolori a un’anca, ma per il medico era colpa dei jeans troppo stretti.

Alana aveva mal di testa, dolore al collo, nausea e aveva perso molti chili. Poi un’infiammazione al nervo ottico, che ha portato alla triste scoperta: Alana aveva un tumore.

Alana: «Mamma, fai sapere a tutti quello che è successo»

I medici l’hanno sottoposta a un delicato intervento chirurgico, ma non hanno potuto rimuovere il tumore spinale. La biopsia del 7 marzo ha evidenziato un glioblastoma, un tumore tra i più  comuni e maligni del cervello. La giovane ha trascorso i suoi ultimi giorni al Prince and Princess of Wales Hospice di Glasgow, lasciando un messaggio alla madre: “Mamma, fai sapere a tutti quello che è successo, così che non capiti mai più a nessun altro”.