E’ morto l’attore italo-americano Antonio Sabàto jr, noto al pubblico napoletano per aver interpretato l’antagonista di Mario Merola in un noto film. Il 77enne è deceduto in seguito alle complicazioni del Covid. In tanti ricordano il suo personaggio di Vito Santoro nel film Napoli… la camorra sfida, la città risponde, girato dal regista Alfonso Brescia.

Nella pellicola anni ’70 la compagnia assicurativa La Proteggici del boss Alberto Rampone. Il criminale usa di una banda di camorristi capeggiati dal siciliano Santoro per minacciare commercianti napoletani a firmare polizze. Un giorno i malviventi vanno al cantiere di Francesco Gargiulo, interpretato da Merola. L’ex scaricatore di porto diventato proprietario del cantiere navale ma si rifiuta di cedere all’estorsione.

NON SOLO SABATO, UN ALTRO VOLTO NOTO CON MEROLA

Alla pellicola ‘Napoli… la camorra sfida, la città risponde’ partecipò anche Walter Ricciardi,  oggi consulente del ministero della Salute. “C’è stato un momento in cui mi sono detto: quasi quasi vado avanti e faccio l’attore – ha qualche tempo fa Ricciardi a Repubblica – Diciamo che mi ha fermato uno sciopero. Studiavo a Napoli ma vivevo a Roma mantenendomi con il doppiaggio. Ci fu lo sciopero dei doppiatori che volevano giustamente essere citati nei titoli. Durò alcuni mesi e io finii tutti i soldi. Così decisi di fare medico”. Chissà come sarebbe andata se non ci fosse stato quello sciopero, forse Walter Ricciardi avrebbe recitato nuovamente al fianco di Mario Merola, o, più probabilmente, avrebbe in ogni caso intraprese la carriera medica, che gli ha dato tante soddisfazione.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Pubblicità