Il linguaggio delle armi: così la camorra mette la firma dietro agguati ed avvertimenti

La camorra, si sa, da sempre usa codici. Questi codici valgono anche per le armi usate dalle cosche camorristiche per regolare conti interni o fare la guerra ai nemici. Le pistole privilegiate sono da sempre le semiautomatiche calibro 9×21 preferite per la capacità del serbatoio (fino a 17 colpi), le affidabilissime pistole a tamburo calibro 38 ed. Infine, restano in auge i fucili mitragliatori Ak 47 Kalashnikov, usati in occasione di azioni particolarmente eclatanti quali segno di potenza del clan.