Arzano, 20 operai in nero ‘scoperti’ in una fabbrica: in 4 col reddito di cittadinanza

Ancora contrasto al lavoro sommerso al centro di un servizio disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Napoli e svolto dai militari delle stazioni del territorio insieme a quelli del Nucleo Ispettorato del Lavoro.

Ha appena 16 anni una dei 20 dipendenti “in nero” individuati dai carabinieri della tenenza di Arzano in una ditta tessile del posto. Dei 30 impiegati 20 erano senza contratto e senza copertura previdenziale e assicurativa. Quattro dei lavoratori irregolari – hanno scoperto i militari – percepivano anche il reddito di cittadinanza.
21 le sanzioni amministrative applicate e 3 le prescrizioni penali per complessivi 116.420 euro. Denunciati anche i genitori della minore per violazione delle norme a tutela del lavoro degli adolescenti.