25.2 C
Napoli
martedì, Agosto 16, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Assunzione spazzini a Napoli, 10mila domande in 48 ore: anche tanti laureati al concorso Asìa


La corsa alle assunzioni Asia è l’ennesima dimostrazione del bisogno di lavoro che c’è in città. A quarantotto ore dall’inizio le domande superano di venti volte i 500 posti disponibili. Il concorso Asia a pochi giorni dal suo inizio ha già portato vari malcontenti e creato proteste nella città partenopea. Almeno 300 disoccupati delle sigle ” 7 novembre” e ” 167 Scampia” hanno protestato in strada verso il Comune. “Asia, concorso e mazzette: dove sono le clausole per i disoccupati” si poteva leggere su alcuni striscioni.

È corsa al posto fisso a Napoli. Oltre 23mila le registrazioni sul portale Asìa in tre giorni per candidarsi al concorso che mette a bando 500 posti da operatore ecologico. Stipendio base di ingresso: 1.200 euro al mese, più notturni (almeno 13 al mese), straordinari e festivi. Ci sono anche laureati tra coloro che si sono registrati per presentare la domanda per fare gli spazzini a Napoli. Anche se il bando richiede tra i requisiti la licenza di terza media (scuola secondaria di primo grado) e non assegna alcun punteggio aggiuntivo a chi ha titoli di studio superiori, ma c’è comunque la possibilità di inserirli. Mentre sono assegnati punti in più alle donne, ai disoccupati (5 punti) e a chi ha esperienze pregresse nel settore (fino a 5 punti, a seconda dei mesi fatti).

Gli incredibili numeri del bando Asia

Sono 500 i posti messi a disposizione dalla società incaricata della gestione dei rifiuti nella città, controllata e coordinata dal Comune di Napoli. Nonostante il numero di posti a disposizione gli “uffici” Asia hanno registrato in sole 48 ore 10.000 domande. La mole di domande è dimostrativa dell’esigenza di lavoro nella città. Il concorso per assunzioni non sembra però aver “calmato le acque” tra i disoccupati partenopei. Le prime proteste sono già iniziate ed i manifestanti sembrano non accettare l’ulteriore assegnazione di 5 punti “ai lavoratori in somministrazione“.

Il bando Asia assegna fino a 5 punti ai disoccupati in base all’età e agli anni trascorsi senza un impiego. Ulteriori 5 punti per chi ha “esperienza nel settore in aziende iscritte all’albo dei gestori ambientali” specificando anche i “lavoratori in somministrazione“. I manifestanti spiegano che per la loro opinione questo sarebbe un vantaggio per “il gruppo d’interinali”. Gli interinali erano già finiti nel centro delle polemiche per presunti rapporti di parentele con dei sindacalisti di Asia.

Eddy Sorge leader del “7 novembre” chiarisce che: “Non siamo contro gli interinali – continua poi sul bando Asiama non capiamo perché noi che da anni puliamo spiagge, strade, partecipiamo a progetti di raccolta dei rifiuti non siamo considerati“. Visto l’enorme numero di domande in così pochi giorni, così come le proteste sulla vicenda interinali, anche la politica si è schierata.

Il commento della politica 

Salvatore Guangi di Forza Italia per la “vicenda interinali” chiede di rivedere il bando, mentre il pentagonale Cecere accusa gravemente: “Sento di consiglieri che stanno promettendo posti in Asia“. Le accuse come quelle di Cecere hanno suscitato il commento del collega del Pd Gennaro Acampora: “Non bisogna fare presunte illazioni, le cose che si sanno vanno denunciate. Il resto è chiacchiericcio“. Alessandra Clemente parla delle difficoltà del concorso Asia: “Mi segnalano che le password personali, inviate sulla mail dei candidati per potersi iscrivere al concorso, scadono dopo pochi minuti“. “Sappiamo che dietrotutto questo si consumano cose indicibili. Si sta muovendo tanto, le pecore nere ci sono. Dobbiamo accompagnare la cittadinanza” conclude.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Vincenza muore dopo il parto a Napoli, indagine della Procura

La Procura della Repubblica di Napoli ha aperto un'inchiesta dopo la morte di Vincenza Donzelli. L'operatrice culturale 43enne, fondatrice...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria