Palestra aperta contro le normative covid.

Blitz dell’Arma in una nota palestra ad Aversa, era aperta nonostante le norme anticovid. I militari, coordinati dal capitano Stefano Russo, hanno sanzionato il titolare e scoperto 5 clienti. Quest’ultimi, all’arrivo dei carabinieri, sono scappati. 

La ricostruzione del blitz dei carabinieri di Aversa

Al suo interno, oltre al gestore, che è stato sanzionato con una multa di 280 euro e con la chiusura della struttura, vi erano anche altre cinque persone che svolgevano le loro attività. All’arrivo dei carabinieri i cinque clienti sono riusciti a darsi alla fuga utilizzando l’uscita di sicurezza e facendo perdere le proprie tracce. 

Gli stessi carabinieri della compagnia di Aversa hanno elevato quattro contravvenzioni ad altrettante persone per spostamenti non consentiti a bordo di veicolo.              Una settimana fa gli agenti del locale commissariato sorpresero 28 ballerini impegnati ad esibirsi in un locale al confine tra Aversa e Lusciano.

Diversi gli scontri politici a riguardo

L’ultimo Dpcm firmato dal neo Premier Mario Draghi ha confermato la chiusura delle palestre ed impianti sportivi. Il leader della Lega Matteo Salvini si è mostrato contrario a questa decisione ed ha dichiarato: ”Mi rifiuto di pensare ad altre settimane o mesi di chiusura, se ci sono situazioni locali si intervenga, ma parlare già oggi di una Pasqua chiusi in casa, di chiusure, non mi sembra rispettoso degli italiani”, ha detto Salvini parlando con i cronisti nei pressi del Senato.

Pronta la replica del segretario del Pd Nicola Zingaretti: ”Vedo che sulla pandemia Salvini purtroppo continua a sbagliare e rischia di portare fuori strada l’Italia. Prima sono state le mascherine, che erano inutili, ora, cavalcando la stanchezza di tutti, si attaccano le regole per la Pasqua. Quello che è irrispettoso per gli italiani e gli imprenditori è mettere a rischio le loro vita”.

L’attività motoria consentita solo all’aperto

Mario Draghi il 6 Marzo ha firmato il decreto che prevede, tra l’altro, il prolungamento della chiusura di palestre, piscine e centri benessere.

Il Cts ha già raccomandato la massima cautela per la ripresa delle attività sportive e dunque anche palestre e piscine continueranno a rimanere chiuse. Si sta valutando la possibilità di autorizzare esclusivamente le lezioni individuali. Restano consentite, anche in zona rossa, le attività motoria e sportiva individuali e all’aperto.

SE VUOI RESTARE SEMPRE AGGIORNATO VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.