Stop al reddito di cittadinanza, al suo posto 1000 euro in più in busta paga: la proposta

Un bonus di 1.000 euro in busta paga al posto del reddito di cittadinanza? Al momento è solo una possibilità, figlia della mozione presentata venerdì a Montecitorio da Forza Italia. Il partito di centrodestra vorrebbe alleggerire gli effetti della tassazione sul reddito dei lavoratori, spostando quindi le risorse del Rdc al cuneo fiscale.

 

Bonus 1.000€ in busta paga: si può fare?

Il bonus di 1000 euro in busta paga voluto da Forza Italia, è da intendersi mensilmente, e prevederebbe, come detto da Gelmini, di aumentare di quasi il doppio il bonus previsto dalla Legge di Bilancio 2020. Da 40 euro (da luglio 2020 per sei mesi) si passerebbe a circa 76 euro mensili, per arrivare alla somma dichiarata oggi in conferenza stampa. Tuttavia – si legge su Money.it –  i fondi necessari all’attuazione di tale manovra non possono essere totalmente presi dal reddito di cittadinanza, dato che la reintroduzione del Rei (Reddito di Inclusione) lascia disponibile per il Rdc circa 5 miliardi.

Reddito di cittadinanza 2020: cosa cambierà?

Non resta che aspettare per eventuali ulteriori dettagli e precisazioni riguardo il bonus di 1.000 euro in busta paga, proposta che appare un chiaro tentativo di togliere a M5S uno dei pilastri della propria agenda politica. Intanto la Legge di Bilancio 2020 ha approvato anche per l’anno prossimo il reddito di cittadinanza. Continua a leggere per sapere cosa cambia nel 2020 per il reddito di cittadinanza.