Chiuso ‘Il Castello delle Cerimonie’, 3 dipendenti positivi al Covid

Chiude il castello delle cerimonie, 3 dipendenti positivi al Covid [Foto d'archivio]
Chiude il castello delle cerimonie, 3 dipendenti positivi al Covid [Foto d'archivio]

Sono stati riscontrati tre casi di coronavirus a La Sonrisa, il ristorante dove si tiene anche il programma ‘Il Boss delle Cerimonie’. Nella giornata di ieri Ilaria Abbagnale, la sindaca di Sant’Antonio Abate, ha firmato la richiesta dell’Asl di chiudere La Sonrisa in via precauzionale.

Confiscata “La Sonrisa”, condannati moglie e fratello del "boss ...
In foto Il castello delle cerimonie. La prima edizione del programma è andata in onda nel gennaio 2014. La seconda edizione è in onda con ripetizione settimanale dal 19 ottobre sempre del 2014. La sigla del programma è una canzone neomelodica in napoletano del 2008 dal titolo Nu matrimonio napulitano cantata da Daniele Bianco. Dopo il successo della terza edizione del programma andato in onda dall’11 settembre 2015, la quarta edizione è andato in onda dal 16 settembre 2016 sempre su Real Time. Tra le novità di questa nuova edizione, c’è l’aggiunta del nipote Antonio Jr. (il nipote che ha accompagnato don Antonio a New York nella terza stagione) allo staff dell’Hotel e la visita da parte di Benedetta Parodi e i concorrenti di Bake Off Italia per la preparazione di una torta nuziale a La Sonrisa.

Le tre persone facevano parte dello staff del locale e fanno anche parte dello stesso nucleo familiare. Per loro è scattato il trasferimento all’ospedale Cotugno di Napoli, dove si trovano in buone condizioni. Intanto sono partiti i controlli a tappeto su tutto il personale ed è partita la ricerca di chi è stato al Castello negli ultimi 14 giorni. Una volta effettuati tutti i test, La Sonrisa potrebbe riaprire.

Chiuso il ‘Castello delle Cerimonie’, un dipendente ha accusato i primi sintomi mentre era all’estero

Nei quattordici giorni prima dell’insorgenza dei sintomi – spiega l’ordinanza – la persona positiva ha frequentato la struttura ed ha avuto diversi contatti con molti soggetti impegnati nell’attività. La prima persona ad aver contratto il virus presso il ristorante ha 55 anni. Il contagio sarebbe partito durante un soggiorno all’estero, quando il 55enne avrebbe manifestato i primi sintomi. Per questo motivo la famiglia sarebbe rientrata prima e si sarebbe messa in isolamento preventivo. Una decisione che potrebbe aver limitato la diffusione il virus verso gli altri dipendenti e gli ospiti della struttura.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK