Clamorosa scarcerazione nel clan Di Lauro, esce dal carcere uno dei figli di Ciruzzo 'o milionario
Clamorosa scarcerazione nel clan Di Lauro, esce dal carcere uno dei figli di Ciruzzo 'o milionario

Clamorosa scarcerazione nel clan Di Lauro, esce dalla cella Salvatore Di Lauro. F6, come viene chiamato il sesto figlio di Paolo Di Lauro, alias Ciruzz ‘o milionario, capostipite della cosca egemone per anni tra Scampia e Secondigliano, era detenuto nel carcere de L’Aquila. Ad anticipare la notizia è stato il giornalista Luigi Nicolosi sulle pagine del quotidiano Il Roma (leggi qui l’articolo).

In cella restano, oltre al papà Paolo, i figli Cosimo, Marco e Nunzio. Salvatore Di Lauro ora è ai domiciliari. L’ultimo arresto di F6 risale al 2019 quando fu accusato di associazione mafiosa e traffico di sostanze stupefacenti.

Per i giudici Salvatore ‘terremoto’ , come viene chiamato in gergo nel quartiere, non avrebbe avuto nel clan Di Lauro un ruolo di vertice ma bensì di mero partecipe affiliato.

Cupola dei Di Lauro condannata:«Non volevamo avere a che fare con il Terzo Mondo»

Una rete di fiancheggiatori capaci di garantire la latitanza di Marco Di Lauro. Una rete fatta di fedelissimi capaci di portare avanti, in nome di ‘F4’, la gestione del gruppo del Terzo Mondo di Secondigliano. Dinnanzi al gup Campoli nel processo con rito abbreviato Marco Di Lauro (difeso dall’avvocato Gennaro Pecoraro) ha rimediato 21 anni: riunite le condanne in continuazione per il quarto figlio del boss Paolo Di Lauro dal gennaio 2005 ad oggi. Un risultato dunque positivo visto che con la sommatorie delle condanne si andava oltre i quarant’anni di carcere. Il fratello Salvatore Di Lauro è stato invece condannato a 12 anni di reclusione. Roberto ManganielloAntonio Mennetta e Francesco Barone sono stati invece condannati a otto anni di carcere. Stessa condanna anche per Vincenzo Flaminio e Antonio Silvestro. Quattro anni invece per Salvatore Aldo mentre dieci anni stabiliti per il collaboratore di giustizia ed ex fedelissimo di Di Lauro Salvatore Tamburrino. Quattro anni invece per Aniello Sciorio mentre Giovanni Cortese, altro fedelissimo di Di Lauro, ha rimediato 12 anni. Vincenzo Gatta (difeso dall’avvocato Domenico Smarrazzo) è stato assolto. Assoluzione anche per Giuseppe Gervasio (difeso dagli avvocati Luigi Senese e Maria Pia Anastasio) che rispondeva del tentato omicidio di Pasquale Spinelli ‘Sciacchenella’. Le altre assoluzioni riguardano Antonello Montanino (fratello del ras Fulvio e difeso dall’avvocato Gennaro Pecoraro), Pasquale DianoPietro BarbatoSalvatore Di Savio e Carmine Rispoli.

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.