Colpita da un infarto in piazza, muore tra le braccia del figlio che l’aveva soccorsa

A nulla è servito il disperato impegno con cui il figlio, volontario della Croce rossa, ha tentato di rianimarla ed il tempestivo arrivo del 118, che ha fatto l’impossibile. Per Angela Boschetto di Piavon di Oderzo, in provincia di Treviso, la vita si è fermata giovedì sera attorno alle 20 nel parcheggio vicino alla Chiesa di Falzè. Aveva 62 anni. E l’immagine di quel lenzuolo bianco vicino alla parrocchiale, dell’ambulanza e dei carabinieri con i lampeggianti accesi, ha attirato non poco l’attenzione dei Trevignanesi, che si sono interrogati sull’accaduto.

Una risposta delicata e affettuosa è stata quella che ha fornito il parroco di Trevignano e Falzè Don Silvio Caterino. «È morta di infarto una signora di 62 anni, non residente nel nostro comune, sotto gli occhi del marito e del figlio -ha spiegato- Nonostante l’altissima professionalità del personale del 118, non ce l’ha fatta. Vi invito a recitare una preghiera per lei e per i suoi congiunti,