Tra poco Conte salirà al Colle, nuovo gruppo di senatori per salvare il Governo

Stasera alle 18:30 circa Giuseppe Conte incontrerà Sergio Mattarella al Quirinale. Il Primo Ministro ha deciso di aggiornare il Presidente della Repubblica dopo il vertice di maggioranza, concluso poche fa, e alla fiducia incassata nella tarda sera di ieri. Il Premier è intenzionato ad informare il Capo dello Stato sulle sue strategie future. Per allargare la maggioranza si profila l’ipotesi della costituzione di un nuovo gruppo centrista al Senato.

LA RIUNIONE DI MAGGIORANZA

Alla fine della riunione di maggioranza, convocata alle 13 e durata 3 ore, è emersa la volontà di proseguire con il rafforzamento della maggioranza: “Avanti con il percorso di rafforzamento della maggioranza e di scrittura del nuovo patto di legislatura“. Conte ha condiviso l’intento con i capi delegazione e con i leader dei partiti di governo.

CENTRODESTRA CONTRO CONTE

Il Paese non può restare ostaggio di un governo incapace, arrogante e raccogliticcio. Si tratta di una minoranza di governo che continua la sfacciata e scandalosa compravendita di parlamentari e che non si fa scrupoli a imbarcare chi, eletto col centrodestra, ha tradito l’impegno preso con gli elettori. Il centrodestra intende rappresentare al Presidente della Repubblica il proprio punto di vista sulla situazione che è ormai insostenibile“, si legge in una nota congiunta del centrodestra al termine del vertice.

L’AFFONDO DI RENZI

Peccato che il premier abbia messo la sua paura di perdere Palazzo Chigi davanti alle esigenze e ai bisogni del Paese. È andata così. Le ministre hanno lasciato la poltrona per difendere le loro idee, il presidente del Consiglio ha cambiato le proprie idee per mantenersi il prestigioso ruolo. Quando mi riferisco al cambiare idea penso a Conte che oggi si propone come leader antisovranista (all’ONU diceva il contrario) e antipopulista (alla scuola di formazione della Lega diceva il contrario). Legittimo cambiare idea. Ma se uno deve cambiare la terza maggioranza in tre anni, imbarcando persone con storie molto diverse, solo per durare un po’ di più, preferisco la coerenza limpida di Bellanova, Bonetti e Scalfarotto. E preferisco la loro dignità“, scrive Matteo Renzi nella sua newsletter Enews.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.