«Mia moglie fa l’infermiera», da Giugliano a Marano nonostante il divieto coronavirus: maxi multa

Marano. Se ne andavano in giro per la città senza patente e senza assicurazione. E tutto questo nonostante il divieto imposto dalle autorità governative e regionali di limitare le uscite, se non per ragioni strettamente necessarie.

E così nel corso di uno dei normali controlli di polizia stradale, predisposti dal Comando di
Polizia Municipale di Corso Europa, nella rete sono finiti due automobilisti che sfiorano il surreale. Un sessantenne di Giugliano, S.T. è stato fermato alla guida di una Fiat Croma per un normale controllo dell’autocertificazione prevista dal decreto governativo. L’uomo ha provato a giustificarsi verso gli agenti che lo avevano fermato, affermando che doveva andare prendere la consorte che lavora come infermiera presso uno degli ospedali della città di Napoli.

Ma quando i controlli si sono estesi anche all’autoveicolo, gli agenti hanno scoperto che l’auto sulla quale viaggiava, era sprovvista di assicurazione. Per lui è scattato la sanzione di 900 euro e il sequestro del veicolo. Successivamente, gli agenti capitanati dal Comandate
Brigida Costa, hanno intimato l’alt ad una Lancia guidata da un quarantenne di Marano.

Il conducente, operaio ascensorista, non aveva mai conseguito la patente di guida.
Al trasgressore è stata comminata una sanzione di cinquemila euro e applicato contestuale fermo amministrativo al veicolo per la durata di tre mesi.
I controlli poi sono proseguiti per l’intera giornata a macchia di leopardo.

Intanto, a richiesta del Sovraordinato prefettizio Angelo Covino, con delega all’Area Vigilanza, Ambiente e Territorio, il Comando ha snocciolato i primi dati sul monitoraggio complessivo eseguito sul territorio comunale. I dati che sono emersi sono più che soddisfacenti. Dal 11 marzo al 5 aprile, la polizia locale ha controllato circa 1200 persone (sia in auto che a piedi).

Mentre le persone denunciate sono state quaranta. Dal 26 marzo, invece, a seguito dell’entrata in vigore della depenalizzazione, le persone sanzionate sono state trentuno.
Ma la polizia municipale non si è limitata solo ai controlli di polizia stradale, ma anche di polizia commerciale, dove sono stati controllati ben centocinquantaquattro attività. <Sia la polizia municipale che le altre forze dell’Ordine – afferma il Sovraordinato al Comune di Marano Angelo Covino, stanno facendo un ottimo lavoro. In giro vedo posti di controllo quotidiani da parte dei Carabinieri di Marano, Guardia di Finanza di Giugliano, agenti del Commissariato di polizia di Stato di Giugliano, Esercito e polizia locale. Nonostante tutto c’è ancora gente refrattaria e che fa capannelli.