Continuano ad aumentare i casi di positività in Italia e parallelamente desta preoccupazione la situazione negli ospedali. Negli ultimi giorni è stata registrato un aumento dei ricoveri in terapia intensiva e resta alto il numero dei morti giornalieri.

Oggi i positivi al coronavirus in Italia sfiorano i 23mila in 24 ore a fronte di una diminuzione dei tamponi. Continuano a salire gli ingressi in terapia intensiva, 232 notificati nell’ultima giornata, il secondo dato più alto da quando vengono comunicati, il 3 dicembre scorso. Le vittime sono ancora 339.Sono per la precisione 22.865 i test positivi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri i positivi erano stati 20.884. Le vittime ieri erano state 347. Sono 339.635 i tamponi molecolari e antigenici effettuati nelle ultime 24 ore, ieri erano stati 358.884, quasi 20 mila in più. Il tasso di positività è del 6,7%, ieri era stato del 5,8%, quindi oggi aumenta dello 0,9%.

Sono 2.475 i pazienti in terapia intensiva per il Covid-19, in aumento di 64 unità nel saldo quotidiano tra ingressi e uscite. Gli ingressi giornalieri in rianimazione sono stati 232. Nei reparti ordinari ci sono invece 20.157 persone, in aumento di 394 unità rispetto a ieri. Viene quindi di nuovo superata la soglia dei 20 mila ricoverati con sintomi.

IPOTESI COPRIFUOCO

A fronte di questo peggioramento della situazione il Governo vuole evitare di arrivare ai 40mila positivi giornali. Secondo l’indiscrezione del Corriere della Sera, l’Esecutivo di Mario Draghi sta ipotizzando di anticipare il coprifuoco attualmente in vigore dalle ore 22. Inoltre potrebbero essere varate nuove limitazioni. .

CAMPANIA VICINO AL CAMBIO DI COLORE

Domani l’indice di contagio nazionale potrebbe attestarsi sopra a 1. Dunque le ordinanze del ministro della Roberto Salute potrebbe sancire il cambio di colore di alcune regioni in l’arancione e in rosso. Proprio la Campania potrebbe andare incontro a nuove restrizioni, infatti, l cambio di colore potrebbe essere decretato domani dopo la riunione della cabina di regia del governo. Fondamentale sarà l’analisi dei dati condotta da parte del Comitato Tecnico Scientifico.

LE PAROLE DI DE MAGISTRIS

“Dagli ultimi dati sembra inevitabile che si vada in zona rossa. Purtroppo sia a Napoli che in Campania i contagi sono in crescita e purtroppo sono in aumento i ricoveri non solo nei reparti ordinari ma anche nelle sub intensive e nelle intensive”. Lo ha detto il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, a margine del Consiglio comunale, rispetto all’incremento dei contagi in città e in vista di un possibile passaggio in zona rossa già dal prossimo lunedì. Secondo de Magistris, “se i dati ci portano in questa direzione, ritengo che sia meglio che lo si faccia presto così da poterci poi preparare per una primavera più tranquilla”.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK. 

Pubblicità