«Il peggioramento dell’epidemia, segnalato a più riprese nelle scorse tre settimane, è ora nuovamente in una fase di chiara accelerazione, confermata anche dai dati forniti da indicatori più recenti non inclusi in questa analisi che potrebbero a breve determinare una crescita esponenziale nel numero dei casi con rapido sovraccarico dei servizi sanitari». Queste le parole con cui Vincenzo De Luca aveva preannunciato la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado in Campania.

Come riportato da Il Mattino la Campania, dopo essere passata domenica 21 febbraio in zona arancione, resta sorvegliata speciale. L’indice RT di diffusione, calcolato al 26 febbraio, è attestato all’1,04, quindi con un inizio di profilo esponenziale e un rischio valutato moderato ed alta probabilità di progressione. Si resta dunque in zona arancione almeno per un’altra settimana ma il rischio concreto è quello di essere in zona rossa per la prossima settimana.

Pubblicità