Covid, positivo dentista napoletano: panico tra i pazienti. Contagi in una nota fabbrica a Nola

Dentista positivo a Pozzuoli, fabbrica chiusa nel Nolano
Dentista positivo a Pozzuoli, fabbrica chiusa nel Nolano

“Sul coronavirus «bisogna fare attenzione, avere attenzione e senso di responsabilità. C’è stato un rilassamento grave”. Vincenzo De Luca su Fb annuncia provvedimenti più seri dopo il caso di aumenti Covid. “Noi stiamo valutando quotidianamente la situazione. Non è drammatica a condizione che ci sia senso di responsabilità da parte di tutti i cittadini. C’è stato un rilassamento preoccupante in questi mesi e rischiamo di non arrivare neanche al mese di settembre». Lo ha detto a Salerno il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, a margine dell’incontro con i vincitori del concorso regionale.

Il contenuto delle ordinanze

“Noi stiamo valutando due altre misure da prendere e quindi due altre ordinanze. Una ordinanza riguarda l’obbligo per chi va al ristorante di fornire la carta di identità”. Secondo il governatore, “almeno uno dei clienti per ogni tavolo lo deve fare perché abbiamo verificato che ci sono degli imbecilli, irresponsabili che danno generalità false”.“È capitato in un ristorante della costiera sorrentina. Avendo trovato un positivo tra i clienti, abbiamo telefonato, con le strutture sanitarie, ai numeri che ci erano stati forniti dagli altri clienti ed erano numeri falsi. Abbiamo capito che è in gioco la nostra vita e quella dei nostri familiari?”.

La seconda ordinanza invece riguarderebbe i trasporti. “Vogliamo fare in modo che nessuno scenda dai pullman senza un controllo, per chi viene dall’estero” ha precisato Vincenzo De Luca. ”Continuano ad arrivare pullman senza alcun controllo. Abbiamo rilevato che la la maggior parte dei focolai sono di importazione. Dobbiamo trovare forme di controllo preventivo”.

 La questione dell’azienda Nusco

Il campo estivo di Cimitile porta un focolaio alla fabbrica Nusco di Nola in Campania, che viene parzialmente chiusa e manda 50 operai in quarantena dopo la scoperta di cinque contagiati, compreso compreso il cognato del paziente zero, ovvero il giovane di Cimitile che dopo essere tornato dalla Serbia è stato ricoverato al Cotugno in terapia sub intensiva dopo aver trasmesso il virus a sei persone tra le quali le due piccole, sua figlia e sua nipote, entrambe di sei anni. Anche il nonno del giovane di Cicciano che è andato a prendere il suo amico all’aeroporto e la sua fidanzata di Acerra sono contagiati, così come, a Cicciano, la parente stretta di un defunto del quale si sono celebrati i funerali qualche giorno fa. Il Mattino spiega che per oggi sono previsti i tamponi per tutti i partecipanti al rito funebre:

I test si faranno in mattinata al centro Nadur della Gescal, così come comunicato dal sindaco  Giovanni Corrado che ha invitato tutti a sottoporsi all’esame e intanto ha ordinato l’uso di mascherine anche all’aperto. Si stima che oggi a Cicciano potrebbero arrivare una settantina di persone. L’attesa dei risultati terrà tutti con il fiato sospeso così come è già accaduto per il campo estivo di Cimitile dove, tra bambini ed operatori, sono stati messi in isolamento un centinaio di persone considerate potenzialmente a rischio. Anche per loro è stato disposto il tampone ma non a tutti è stato già effettuato.

L’Azienda in questione, in una nota diramata agli organi di stampa, ha tenuto a precisare:

Precisiamo che:

  • NON E’ STATA CHIUSA L’INTERA AZIENDA, ma solo lo stabilimento produttivo degli infissi in pvc, che ha anticipato la chiusura estiva e tornerà operativo dal 24 agosto
  • le persone in quarantena NON SONO 200. Lo stabilimento in questione conta 50 dipendenti, che sono stati sottoposti a tampone e di cui 5 sono risultati positivi. A scopo precauzionale anche i non positivi sono in quarantena domiciliare.
  • gli uffici e gli altri 3 stabilimenti produttivi, che contano oltre 150 persone, sono REGOLARMENTE OPERATIVa

Dentista positivo a Pozzuoli

Un altro caso di Covid, invece, si registra a Pozzuoli. Come riporta Cronaca Flegrea un dentista con studio nel Rione Toiano di Pozzuoli è risultato positivo al coronavirus. Residente a Napoli, il medico ha lo studio a Pozzuoli, chiuso momentaneamente al pubblico.

Le nuove ordinanze di De Luca su ristorante e trasporti

Ristoranti e trasporti, in arrivo nuove ordinanze dopo l’aumento dei contagi

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.