Denise Pipitone è viva: le rivelazioni dell'ex pm

Denise Pipitone è ancora viva e presto la verità verrà a galla. Lo ha affermato Maria Angioini, pm che tra il 2004 e il 2005 si è occupata del caso per la Procura di Marsala.

«Qualcuno sa dove è stata portata dopo il rapimento o sa dove si trova in questo momento. Questa persona è stata testimone dello spostamento o lo ha addirittura operato in prima persona. Fino a oggi ha taciuto per rispettare forse un patto ora saltato», ha spiegato la Angioni. A riportare la notizia è ‘La nuova Sardegna“. La pm ha spiegato che secondo lei la bambina è ancora viva e che i recenti sviluppi nelle indagini potrebbero portare finalmente alla verità dopo 17 anni dalla scomparsa di Denise Pipitone.

 

Poi la pm prosegue: «Chi prese Denise Pipitone voleva ucciderla, ma qualcun altro lo ha impedito. Non fu riconsegnata alla famiglia perché c’era un patto. Il clima ora è cambiato. Qualcuno sta parlando e scardinando degli alibi: ci sono delle testimonianze importanti, le ricerche si sono intensificate e la verità potrebbe essere a un passo». Ora si torna ad indagare sul caso e si torna ad indagare sulla posizione di Anna Corona e della sua famiglia.

 

«Denise è scomparsa in un momento in cui la Procura era in una situazione di oggettiva debolezza: vi erano state delle inchieste per  favoreggiamento, spaccio di droga e induzione alla prostituzione che avevano coinvolto alcuni esponenti della polizia. C’era l’intenzione di mettere una bomba sotto l’abitazione del nostro procuratore capo. Abbiamo denunciato tutto in procura a Caltanissetta, ma non ci hanno presi sul serio. Da anni denuncio questa situazione», prosegue la Angioni.  L’ex pm è convinta che Denise Pipitone sia viva: «quasi sicuramente ignara del suo passato. Non sa del clamore che suscita la sua storia a distanza di tanti anni».

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.