Elezioni 2018. Area sud e Vesuviano: stravince il M5S sul centrodestra, tonfo PD

Un vero e proprio plebiscito quello del Movimento 5 Stelle nei collegi uninominali dell’area sud e Vesuviana. I candidati pentastellati hanno vinto in tutti e quattro i collegi, Portici, Torre del Greco, Castellammare di Stabia e Nola, in quella che si è rivelata una vera e propria corsa solitaria contro il centrodestra, esce con le ossa rotte il PD in tutte le sezioni.

A Portici Gianfranco Di Sarno, M5S, ha ottenuto il 55,96% a fronte del 21,96% di Elisa Russo, centrodestra, lontanissimo Francesco Emilio Borrelli, centrosinistra, con il 15,38%.

Nel collegio della vicina Torre del Greco, trionfa Luigi Gallo, M5S, con il 54,37% ha la meglio su Gianluca Cantalamessa, centrodestra, che non va oltre il 24,66% e Teresa Armato, centrosinistra, ferma al 14,63%.

Vince, sulla carta anche a Castellammare il M5S, con Catello Vitiello, espulso però dal Movimento perché iscritto alla massoneria, che con tutta probabilità andrà nel gruppo misto grazie al 46,58% ottenuto contro il 30,89% di Annalisa Vessella Pisacane del centrodestra, e Silvana Somma del centrosinistra, al 17,35%.

Diventa dei pentastellati infine anche il collegio di Nola con Silvana Nappi che porta a casa il 47,99% dei voti contro il 34,31% di Lorenzo Cesa, centrodestra, quasi subito fuori dai giochi invece Andrea Manzi, centrosinistra, inchiodato al 12,17%.

Campania che ha dato un segnale forte, votando il cambiamento abbandonando le figure storiche della politica dando fiducia ai pentastellati più che al centrodestra mentre finisce decisamente in picchiata il centrosinistra in quello che solo cinque anni fa era un vero e proprio feudo per il Partito Democratico.