Lo scorso 15 febbraio, un 53enne di Crispano, nella provincia di Napoli, si era allontanato da casa scomparendo nel nulla. Da quel momento, dopo averne denunciato la scomparsa, era cominciata una ricerca senza sosta dei familiari, preoccupati per l’uomo. Ieri pomeriggio poi, i carabinieri della stazione di Mugnano hanno notato un uomo che chiedeva loro aiuto. Era in Via Diaz e accusava un malore. A riportare la notizia è Napoli Today.

I militari hanno immediatamente allertato il 118 che ha accompagnato l’uomo presso l’ospedale San Giuliano di Giugliano. Qui, durante gli accertamenti di rito, i carabinieri hanno constatato che si trattava dell’uomo scomparso pochi giorni prima dal comune di Crispano. Il 53enne, che fortunatamente sta bene, è stato così affidato di nuovo alla famiglia.

Mugnano. Spaccio e spinelli all’esterno delle scuole, telecamere sulle divise degli agenti [ARTICOLO 8 FEBBRAIO 2021]

Scuole sicure, l’Amministrazione Sarnataro dà il via al progetto contro lo spaccio di stupefacenti all’esterno di scuole medie e superiori. Il progetto, finanziato dal Ministero dell’Interno e partito già questa mattina, prevede la presenza dei caschi bianchi del Comune all’esterno delle scuole medie Illuminato e Cirino e del liceo Segrè di via Crispi durante gli orari di ingresso e uscita degli studenti. I vigili urbani sono dotati di bodycam al fine di filmare eventuali attività illecite. “Grazie ai fondi ottenuti dal Ministero, tramite la Prefettura – sottolinea l’assessore al ramo Carmine Cirullo –  facciamo partire  un servizio aggiuntivo di controllo per il nostro territorio. Ringrazio il comandante Taglialatela che ha seguito tutto l’iter burocratico e tutta la polizia municipale per il lavoro e la disponibilità. Con quest’iniziativa rispondiamo in modo concreto alle richieste e preoccupazioni dei genitori”.

Parte del finanziamento ottenuto sarà anche utilizzato per installare un sistema di videosorveglianza all’esterno del liceo Segrè. “Le attività di monitoraggio dovevano partire già ad ottobre – sottolinea il sindaco Luigi Sarnataro – A causa della pandemia e dello stop alla didattica in presenza, le abbiamo fatte partire a metà anno scolastico. Si tratta un’importante azione di contrasto alla vendita e all’assunzione di droghe che spesso avviene proprio all’esterno degli edifici scolastici. I nostri vigili non si limiteranno a monitorare la situazione, ma eviteranno anche il crearsi di assembramenti pericolosi per la diffusione del Covid-19”. 

 
Pubblicità