Camorristi con decine di ergastoli: ecco chi non vedrà più la libertà

Ergastoli su ergastoli per protagonisti di sanguinarie guerre di camorra. Tra questi Stefano Zeno, il boss del clan Birra, capo
indiscusso della camorra ercolanese insieme a
Giovanni Birra. L’ennesima
stangata gli è stata comminata dal Gup Francesco
De Falco Giannone del Tribunale di Napoli per il
duplice omicidio di Lucio Di Giovanni e del
cognato Raffaele Di Grazia, nello stesso processo
anche l’uccisione di Giuliano Cioffi e Giuseppe
Borrelli. Una sfilza di sanguinari e efferati omicidi quella che pesa sulle spalle di Zeno, nella guerra di camorra con gli Ascione-Papale. Lui è il
mandante. Peggio di Zeno, fino ad ora, in tema di
fine pena mai’ c’era stato solo Raffaele Cutolo, il
capo irriducibile della Nuova camorra organizzata,
attualmente in regime di 41 bis, con 11 condanne
all’ergastolo. Anche Giuseppe Setola, ritenuto uno dei
boss, più sanguinari dei Casalesi di ergastoli ne ha
‘solo’ sei.