Quarantena in Campania per arriva dall’estero, le novità per turisti e rientranti dalle vacanze

quarantena campania unità di crisi
I chiarimenti dell'Unità di crisi dopo la decisione del presidente De Luca

Quarantena in Campania per chi arriva dall’estero. Arriva una nota di chiarimento dell’Unità di crisi della Regione Campania in merito alla scelta di porre in isolamento fiduciario i residenti sul territorio regionale tornati dalle vacanze all’estero e del perché le stesse misure non scattano per i turisti che arrivano in Campania.

 

“I turisti stranieri – che peraltro aiutano la ripresa della nostra economia – vengono controllati negli aeroporti e alle frontiere. Inoltre, vengono ulteriormente controllati negli alberghi e nelle strutture di accoglienza e non hanno ovviamente relazioni capillari con le nostre comunità’’ affermano dall’Unità di crisi. Invece, ed è questa la parte in cui si sottolinea la scelta fatta relativamente ai rientri in Campania, “i nostri concittadini partiti per lavoro o per vacanza, quando rientrano, hanno ovviamente attività di relazioni ampie e incontrollate con familiari, conoscenti, amici e possono dunque diventare agenti imprevedibili di contagio, come è già accaduto ripetutamente’’. Per tale motivo dall’Unità di crisi della Regione Campania ritengono “utile incoraggiare in questa fase la permanenza in Italia per dare respiro alle nostre strutture turistiche’’.

 

Campania, chi si è sottoposto a tampone può rientrare a casa senza quarantena

La nota poi prosegue con ulteriori delucidazioni: “Sarebbe davvero assurdo portare risorse all’estero e importare il contagio in Italia. Ovviamente, chi certifica di aver già fatto il tampone può normalmente rientrare senza problemi. In ogni caso ci si può rivolgere all’Asl di appartenenza o al medico di famiglia – non agli ospedali – e farlo rapidamente. Siamo in un momento cruciale, nel quale si decide se proseguire nel ritorno a una vita normale controllata o si debba tornare a chiusure dolorose. Si richiede pertanto ad ogni cittadino collaborazione e comprensione, per non interrompere il percorso verso la normalità’’ concludono dall’Unità di crisi della Regione Campania.

Quarantena, il chiarimento dell’unità di crisi della Regione Campania

Ma c’è poi un ulteriore chiarimento rispetto all’isolamento fiduciario da osservare come specificato al punto 1. 2 dell’ordinanza numero 68 del 12 agosto firmata dal governatore Vincenzo De Luca. Ecco il contenuto  del chiarimento arrivato dallo stesso presidente della Regione Campania: “La disposizione, di cui al punto 1. 2 secondo la quale “il regime di isolamento domiciliare fiduciario viene meno all’atto dell’esito negativo degli esami, fatta salva ogni ulteriore determinazione delle. Asl’’ si applica’’ ed è questa la parte da tenere in considerazione, “esclusivamente ai cittadini residenti in Campania di rientro da viaggi di vacanza da Paesi dell’Unione (europea ndr.) e/o dell’area Shengen’’. Invece, è l’ulteriore chiarimento all’ordinanza di ieri “per i cittadini di rientro dagli altri Paesi, restano ferme le disposizioni statali’’ che “sanciscono l’isolamento domiciliare per la durata di 14 giorni’’.

I numeri utili

La Regione Campania e la Protezione Civile regionale hanno anche diramato un vademecum su come comportarsi in occasione dei rientri dall’estero. Specificando numeri di telefono e indirizzi mail delle 3 Asl di Napoli e provincia e di quelle di Avellino, Salerno, Benevento e Caserta.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK